Napoli-Genoa 3-1. Gli azzurri allungano a più 7 sulla Roma e restano in scia della Juve

Apre le danze il Genoa con Rincon. Poi la doppietta di Higuain, che arriva a 29 gol in campionato. Chiude i giochi il neo entrato El Kaddouri

Higuain.Napoli.GenoaNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon (dal 14′ s.t. Mertens), Higuain (dal 43′ s.t. El Kaddouri), Insigne (dal 29′ s.t. Gabbiadini). All. Sarri.

GENOA (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso (dal 16′ p.t. Fiamozzi), De Maio; Rincon, Rigoni (dal 20′ s.t. Tachtsidis), Dzemaili, Gabriel Silva; Pandev, Pavoletti (dal 13′ s.t. Cerci), Laxalt. All. Gasperini.

MARCATORI: Rincon (G) al 10′ p.t.; Higuain (N) al 6′ e al 36′, El Kaddouri (N) al 46′ s.t.

ARBITRO: Gervasoni di Mantova.

Napoli, 20 marzo – I fuoriclasse sono quei giocatori capaci di cambiare le partite da un momento all’altro. Se mai qualcuno se ne fosse scordato, Higuain questa sera lo ha voluto ricordare, mettendo a segno due gol pesantissimi. Una prestazione da “indemoniato” del Pipita, che non può farsi capace di arrendersi alla Juve. Non ora almeno. Il Napoli batte il Genoa 3-1 e risponde ai bianconeri. Lo fa da grande squadra qual è, dopo essere passato in svantaggio a pochi minuti dal fischio iniziale di Gervasoni. La vittoria è di quelle pesanti perché gli azzurri ora sono a più 7 sulla Roma terza in classifica e restano in scia della Juve. La qualificazione alla Champions diventa sempre più una certezza. Lo scudetto resta un sogno. Un sogno, per quanto fatto vedere anche stasera, lecito e realizzabile.

Poche emozioni durante i primi minuti grazie all’ottima copertura difensiva da parte di entrambe le formazioni. La partita la sblocca il Genoa al 10′ minuto, quando sulla trequarti Jorginho sbaglia un controllo e Rincon gli ruba palla. L’attaccante rossoblù prima vince un contrasto con Koulibaly e poi fa partire una sassata che lascia impietrito Reina. Genoa avanti per 1-0.

La reazione del Napoli arriva subito. De Maio ferma Callejon al 14′ e poi è decisivo sulla linea al 23′. Dopo un buon quarto d’ora del Genoa, la squadra di Gasperini si fa schiacciare dal Napoli, che è pericoloso prima al 39′ e poi al 44′ con un colpo di testa sotto porta di Insigne. Perin fa buona guardia in entrambe le occasioni. Il primo tempo termina con il Genoa in vantaggio.

Dagli spogliatoi esce un Napoli con gli occhi della tigre e al 50′ sale in cattedra Higuain, che dopo aver ricevuto e controllato palla, la piazza nell’angolino basso. Perin si supera anche questa volta ma non può niente due minuti più tardi. Ancora un gran tiro di Higuain, con l’estremo difensore genoano che non blocca ed è 1-1. Al 68′ calcio d’angolo per il Napoli calciato corto da Jorginho per Insigne, che va al cross in un fazzoletto. Higuain la spizza di testa e Perin ci mette i guantoni, allontanando il pericolo. Al 71′ il Genoa tenta di rispondere con Cerci, la cui conclusione è deviata in angolo. Ora la partita è molto divertente. Nessuna delle due formazioni ha intenzione di risparmiarsi.

All’81’ Higuain si fa servire al limite della trequarti, entrare in area e si fa spazio tra i due difensori rossoblù per poi calciare un tiro dalla traiettoria imprendibile per Perin. Napoli in vantaggio per 2-1. Il tris che chiude la partita lo mette a segno El Kaddouri nel recupero. Al triplice fischio, il San Paolo è in festa.

Lascia un commento

diciassette + otto =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.