Scuola pubblica e “contributo volontario”: Luca Abete aggredito ed insultato a Napoli

Continua l’inchiesta giornalistica di Luca Abete per Striscia la Notizia sul “contributo volontario” richiesto dalle scuole pubbliche alle famiglie degli studenti

Luca Abete e la sua troupe, aggrediti e insultati mentre si trovavano in auto nel traffico di Napoli.Segui #NapoliTime, clicca Mi Piace sulla pagina fan e resta aggiornato con le nostre notizie https://Facebook.com/NapoliTime (Y)

Pubblicato da NapoliTime Quotidiano On Line su Venerdì 25 marzo 2016

Napoli, 25 marzo – Nelle immagini il servizio andato in onda mercoledì sera a Striscia la Notizia: l’inviato è tornato a parlarci di contributo volontario “obbligatorio”, mostrandoci che la situazione è simile in molti istituti italiani, da Napoli a Roma, passando per Milano. In chiusura di servizio Abete ha provato a intervistare il ministro Stefania Giannini, ma ottenendo risposta negativa dal suo staff ha consegnato al Ministero un “enorme bollettino” identico a quello che le scuole danno ai genitori.

Il “Contributo Volontario” poco volontario richiesto dalle Scuole Pubbliche italiane. Continua l’inchiesta di Luca Abete per Striscia la NotiziaSegui #NapoliTime, clicca Mi Piace sulla pagina fan e resta aggiornato con le nostre notizie https://Facebook.com/NapoliTime (Y)

Pubblicato da NapoliTime Quotidiano On Line su Venerdì 25 marzo 2016

Sempre nella puntata di mercoledì è andato in onda il video di un incontro poco piacevole per Luca Abete e la sua troupe, aggrediti e insultati mentre si trovavano in auto nel traffico di Napoli.

luca abete insulti

Lascia un commento

quattro × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.