Pasquetta ai templi di Paestum per il “Casatiello Day” con tanta musica per far festa con Roy Paci

Appuntamento al Dum Dum Republic dalle 12 alle 22. “Just a simple way of life – Togliti le scarpe, sorridi, dimostra una fede incrollabile in Peace&Love ed unisciti alle danze”

RoyPaciPaestum, 28 marzo – Pasquetta al Dum Dum Republic. Un connubio divenuto ormai un appuntamento “cult” per la costiera cilentana. Special guest, in consolle per il Casatiello Day, il capitano della “piccola isola felice”, Roy Paci, direttore artistico del RoyMundo Festival, la kermesse che raccoglie i suoni della musica del mondo per infiammare l’estate dell’arena che si proietta sul mare, all’ombra dell’area archeologica dei templi di Paestum. “Sarà un’atmosfera stratosferica – insiste Roy Paci – Il Dum Dum per me è un posto dell’anima, in uno scambio naturale e semplice con le persone. È come lubrificare lo spirito, in uno spazio da favola, nella meravigliosa cornice del sud Italia”.

Musica happy per fare festa e  per aprire la grande stagione del più famoso beach club del Cilento, mentre il vento primaverile soffia libero dal mare e invade lo spirito. Dum Dum è il battito del cuore che batte, è la capanna sul mare dove concedersi un frammento di bellezza immersi in uno straordinario scenario naturale, mentre il suono dei tamburi si accompagna allo spettacolo del sole che, all’orizzonte, tramonta a mare. Dum Dum è la poesia, è il luogo dei viaggiatori che hanno un’emozione da raccontare, pronti però già a partire per un nuovo viaggio. È lo stile vintage un po’ hippie un po’ pop art, fatto di suggestioni e stimoli visivi, a tratti quasi surreale, dove aleggia ancora il puro spirito di Woodstock. È, soprattutto, dialogo tra culture, senza barriere e senza distinzioni.

L’energia di Roy, al ritmo di “Toda Joia toda beleza”, sarà il filo conduttore del live set che partirà alle ore 12 per concludersi alle 22, fino al calare della notte, per lasciarsi andare alle danze, rigorosamente a piedi scalzi, e trovare felicità in se stessi. Nella sua incredibile carriera, sempre in tour in giro per il mondo, ha suonato, scritto, arrangiato, con infinite collaborazioni con artisti italiani e internazionali, tra cui Manu Chao, Eric Mingus, Sean Bergin, Ned Rothemberg, John Edwards, Amy Denio,Han Bennink, Walter Weibous, Flying Luttembachers, New York Ska, Jazz Ensemble, Zap Mama, Trilok Gurtu, Tony Levin, Macaco, Gogol Bordello, Mike Patton.

Incontri “non solo sugli spartiti – insiste – ma sull’accordatura degli spiriti”, oltre ai tanti progetti benefici. Trombettista, compositore ed arrangiatore, in attesa dell’uscita del nuovo album, Roy festeggia i suoi trent’anni di carriera con lo spettacolo Combo Solar: due giradischi, due fiati e due voci, per uno show che è anche una festa.

“Alla gioia non serve molto, ma buoni amici, sorrisi e abbracci. La buona musica è fonte di aggregazione e di cultura – sottolinea Biancaluna Bifulco, vera anima del Dum Dum Republic – Ballare non significa non avere freni, ma creare occasioni di crescita e di confronto, instaurando nuove relazioni. L’intuizione del Dum Dum nasce da una chitarra suonata in spiaggia e fin dagli esordi la nostra finalità è far crescere la qualità culturale e musicale del territorio, con ripercussioni sull’appeal turistico. L’arte del suono crea energie che travalicano i confini, perché attraverso la musica si riesce ad arrivare e a comunicare con gli altri”.

In occasione di Pasquetta, sarà attiva anche la cucina del Dum Dum Republic, fatta di semplicità e passione, con un menù all’insegna della tradizione, con prodotti del territorio “dal produttore al consumatore”, in un’ottica ecosostenibile e solidale.

Lascia un commento

venti − nove =