Vinitaly, Petracca: settore da potenziare, subito modifiche al Psr

Modificare i parametri del Psr 2014/2020 per rispondere alle necessità delle aziende e potenziare il settore vitivinicolo campano

????????????????????????????????????

“La partecipazione delle aziende campane, con particolare riferimento a quelle irpine, al Vinitaly è l’espressione più autentica di un potenziale enorme che va però valorizzato attraverso un’azione mirata di promozione unitaria che oggi ancora manca”. Lo dichiara Maurizio Petracca, presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio Regionale della Campania intervenendo alla cinquantesima edizione del più prestigioso salone dedicato alla vitivinicoltura in corso di svolgimento presso la Fiera di Verona.

“Le istituzioni – continua Petracca – hanno certamente un ruolo in questa partita nel determinare le condizioni necessarie affinché il comparto possa avere numeri più significativi ed essere più incisivo sul terreno della commercializzazione e dell’internazionalizzazione. La nuova programmazione comunitaria gioca un ruolo determinante ma è necessario che il Psr 2014/2020 sia sottoposto ad un’azione di modifica di parametri e moltiplicatori perché sia davvero aderente alle esigenze delle aziende. Lo faremo subito, non dimenticando mai di sottolineare come questi strumenti siano stati in parte ereditati dalla vecchia legislatura regionale. Ora tocca a noi reindirizzarli perché possano davvero rappresentare opportunità di crescita e di sviluppo”.

“Anche le aziende – conclude il presidente Petracca – hanno però una partita da giocare sul terreno dell’unità, della sinergia e della collaborazione. Oggi le logiche individualistiche sono perdenti. Il sistema delle imprese deve necessariamente imparare a dialogare se si vuole avere un impatto positivo sui mercati. In sintonia con il presidente De Luca, infine, sono convinto che la partecipazione al Vinitaly del 2017, così come per tutte le altre iniziative fieristiche e di promozione di rilievo internazionale, vadano programmate con largo anticipo perché possano esserne sfruttate a pieno le opportunità”.

Lascia un commento