Inter-Napoli 2-0. Partita in salita per gli azzurri dopo il gol in fuorigioco di Icardi

Nerazzurri in vantaggio con l’argentino Icardi al 4′ minuto di gioco. Il raddoppio lo firma Brozovic.  Inter a -3 dalla Roma, che domani può accorciare sul Napoli. La Juve ha l’occasione di chiudere definitivamente la lotta scudetto

Inter.NapoliINTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel, Kondogbia (dal 23′ s.t. Biabiany); Jovetic (dal 32′ s.t. Melo), Icardi (dal 43′ s.t. Palacio), Perisic. All. Mancini.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic (dal 5′ s.t. Ghoulam); Allan, Jorginho (dal 28′ s.t. ,El Kaddouri), Hamsik; Callejon, Gabbiadini, Insigne (dal 6′ s.t. Mertens). All. Sarri.

MARCATORI: Icardi al 4′, Perisic al 44′ p.t.

ARBITRO: Rocchi di Firenze

Milano, 17 aprile – Al San Siro l’Inter si impone per 2-0 sul Napoli. È la quinta sconfitta stagionale per gli azzurri: la più pesante visto che la Juve ha la possibilità di allungare a +9 e chiudere definitivamente la lotta scudetto. Non solo, il Napoli deve guardarsi le spalle dalla Roma, che domani sarà impegnata a Bergamo contro l’Atalanta. I giallorossi hanno l’occasione di portarsi a -3 e potrebbero puntare al sorpasso giocandosi tutto nella sfida dell’Olimpico.

Per il Napoli la partita inizia subito in salita grazie al gol in fuorigioco di Icardi al 4′ minuto dal fischio iniziale. Il guardalinee, nonostante si trovasse in buona posizione, non si accorge di come l’attaccante argentino dell’Inter parta in posizione irregolare. Una volta passati in vantaggio i nerazzurri si chiudono in difesa e cercano di colpire in contropiede. Il Napoli attacca a testa bassa per una buona mezzora ma non trova il gol. Le cose migliori le fanno vedere Hamsik e Allan. Il primo con un tiro dalla trequarti molto potente, che costringe Handanovic a una parata difficile. Il portiere brasiliano ci mette i pugni e se la cava. Allan è anch’egli autore di un tiro dalla lunga distanza, che fa correre più di uno spavento all’estremo difensore nerazzurro, costretto a rifugiarsi in angolo.

L’Inter al 38′ si riaffaccia pericolosamente in attacco e spaventa Reina con un colpo di testa di Perisic, di poco a lato. Al 44′ il gol del raddoppio nerazzurro firmato Brozovic. Troppo alta la difesa del Napoli, che non riesce a chiudere.

Nel secondo tempo il Napoli entra sul terreno di gioco senza idee e con il morale sotto i tacchetti. Al 56′ zuccata di Murillo e palla di poco fuori dalla porta di Reina. Al 61′ bruttissimo fallo su Mertens di Kondogbia. Poteva essere rosso ma Rocchi estrae il cartellino giallo. Al 63′ fallo di Nagatomo che aggancia Callejon a limite dell’area. Per l’arbitro non c’è nulla, ma era punizione. Altro errore del fischietto fiorentino al 67′, quando Kondogbia già ammonito rifila un pestone a Mertens. Rocchi lo grazia. Mancini  sostituisce il francese  per evitare di rimanere in 10 uomini contro un Napoli che non è ancora domo. Gli azzurri cercano di rientrare in partita ma la difesa dell’Inter fa buona guardia. Finisce 2-0 e agli azzurri non resta che sperare in un passo falso della Roma.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento

uno × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.