Raid rione Sanità, 4 fermi per il duplice omicidio di esponenti del clan Vastarella

Nell’agguato del 22 aprile scorso furono uccisi Giuseppe Vastarella, di 42 anni, esponente dello storico clan camorristico ed il cognato Salvatore Vigna

agguato rione SanitàNapoli, 9 maggio – La squadra mobile della Questura di Napoli ha fermato quattro persone ritenute coinvolte nel raid nel Rione Sanità contro esponenti del clan Vastarella. I fermi, emessi dalla DDA, riguardano Antonio Genidoni, figliastro del defunto boss Pietro Esposito, arrestato a Milano, la moglie Vincenza Esposito, la madre Addolorata Spina ed Emanuele Esposito, quest’ultimo è un familiare dei due uomini uccisi sabato a mezzogiorno in una autofficina di Marano. Il decreto di fermo è stato firmato dal pm della Dda Enrica Parascandolo.

Lascia un commento