Festival del cortometraggio d’autore al Palazzo Ducale d’Aragona

Nella magica cornice partenopea, all’interno degli spazi storici del Palazzo Ducale d’Aragona, s’inaugura la terza serata della XVI edizione del festival Napoli Cultural Classic dedicata al cinema d’autore. Più di 200 attori e registi da ogni parte d’Italia

palazzo vescovilePalma Campania – Il prossimo 21 maggio prenderà il via la terza serata dedicata al cinema d’autore della XVI edizione del festival Napoli Cultural Classic, ideato dall’associazione nolana, presieduta dall’avvocato Carmine Ardolino. Il cortometraggio è una formula breve e concentrata di racconto cinematografico, ma non per questo meno impegnativa o articolata. Le qualità tipiche del linguaggio cinematografico ci sono tutte, ma come formula è più adatta ai giovani. Temi e storie che prima stentavano a emergere e nuovi media che non sono più la pellicola, ma sono nuovi strumenti che vanno dalla telecamera sofisticata allo smartphone. La valutazione di decine di cortometraggi e confrontandoli, si pratica una ricognizione attenta di nuovi, attuali e talvolta geniali linguaggi narrativi.

Il cinema dei giovani talenti approda a Palma Campania nella splendida cornice del Palazzo Ducale d’Aragona grazie all’assessorato alla cultura e al sindaco che omaggiano, il cinema in un territorio interculturale. Serata coordinata dall’attore Andrea Fiorillo, con la direzione artistica di Massimo Andrei che riveste anche il significativo ruolo di presidente di giuria.

“Durante la serata verranno consegnati due premi speciali, uno dal Comune di Palma Campania per il miglior corto sociale in memoria di Vincenzo Russo grande personaggio palmese del passato – ha dichiarato Don Lino D’Onofrio presidente onorario –  e un’altro premio verrà assegnato dalla Fonazione Sicar Caritas di Nola – ha poi aggiunto il presidente onorario – il Comune attraverso il suo primo cittadino il sindaco Vincenzo Carbone premierà  i migliori selezionati da una giuria di qualità con una borsa di studio”.

“Quando si da un premio all’arte del cinema, si fa sempre cosa pregevole alla cultura di una civiltà, ma quando si da un premio al cinema e ai giovani, allora è il massimo. S’incoraggia un’arte, si incoraggiano le nuove generazioni e l’espressione… che, si sa, non è mai poco di questi tempi – ha dichiarato Massimo Andrei direttore artistico della serata –  il comune di Palma Campania è stato attento nel comprendere questo progetto, è per questo che un primo ringraziamento va a loro e a tutta l’Associazione Napoli Cultural Classic e al suo Presidente, che tenacemente insieme al consiglio direttivo supportano la validità di simili iniziative e si ringrazia – ha poi aggiunto il regista – la giuria composta dall’attrice Gea Martire, dall’attore Armando Pizzuti, dal produttore cinematografico Giuseppe Gallo e Michele Santella, Gabriella Maiello, Angelo Martino e Antonio Ealfie”.

Oltre al premio musicale alla carriera agli Almamegretta che con Raiz ripercorreranno la loro grande storia musicale, presenzierà all’evento, anche il giovane tenore Christian Moschettino, la serata cinema vedrà nuovamente una conduzione corale con attori affermati nel panorama artistico nazionale e internazionale, tra questi: Luigi Iacuzio, Carlo Cutolo, Graziano Scarabicchi, Andrea Fiorillo, Ivan Boragine, Terry Paternoster e  Roberto Olivera ed infine il regista Fabio Massa, lo scrittore Peppe Lanzetta, gli attori Ernesto Mahieux, Marina Confalone, Monica Dugo ed Ernesto Atanasio ed i musicisti Enrico Melozzi ed Emiliano Palmieri.

Oltre ai premi per il grande omaggio al corto d’autore e alle performance, l’evento vedrà una luce che mira a esaltare attraverso l’arte della fotografia, le diversità umane del cinema nostrano, con una bellissima personale fotografica curata dal reporter Lello Campanella dal titolo Cinema in piazza.

Il festival proseguirà con la serata finale del 28 maggio 2016 presso il seminario Vanvitelliano di Nola, dedicata alle Eccellenze.

Lascia un commento

7 + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.