Coppa Italia: passa il Napoli tra tante emozioni. 2-1 al Cesena

Si disputa al San Paolo di Napoli la gara secca, valevole per gli ottavi di Coppa Italia, che vede opposte le formazioni del Napoli e del Cesena.

La squadra romagnola, con una formazione rimaneggiata, affronta in team di Mazzarri, che presenta dal primo minuto il neo acquisto Vargas nel tridente d’attacco con Hamsik e Cavani; il recuperato Britos in difesa a sinistra, Fernandez sulla destra e Cannavaro centrale; Dzemaili a far coppia con Inler a centrocampo. Sulle fasce Dossena a sinistra e Zuniga sull’out di destra. Rosati in porta, sostituisce per la gara di coppa,  Morgan De Sanctis.

La partita inizia a ritmi bassi, con il Napoli che non mostra un gioco bello come è solito fare. Mancano idee e sembra che il Napoli sia poco concentrato. Il Cesena, invece, nonostante le numerose assenze, impensierisce la difesa partenopea in più di un’occasione e passa in vantaggio al 20’ con Popescu, che sfrutta un intervento errato di Vargas arretrato in copertura difensiva.
La squadra di casa, tenta con rabbia di riorganizzare il gioco, ma le occasioni tardano ad arrivare. Si va al riposo sul risultato di 0-1.

Nella ripresa, con Pandev al posto di Vargas, la musica cambia. Il Napoli si rende pericoloso sin dall’inizio del secondo tempo, con trame di gioco in velocità e possesso palla. Le occasioni si susseguono, ma, Zuniga prima e Cavani poi, non riescono a riequilibrare le sorti del match.
I numerosi tentativi della squadra azzurra portano ad un quasi assedio nella metà campo del Cesena.

La svolta si ha al minuto 65’, quando Pandev dalla distanza, calcia una punizione direttamente in porta e sulla respinta del portiere cesenate, il matador Cavani insacca per il momentaneo 1-1.
Le sostituzioni di Mazzarri, con Maggio al posto di Inler ed il rientrante Donadel al posto di Britos, danno la possibilità di vedere il Napoli variare i temi di gioco. Il Cesena crea poco e riesce ad impensierire la difesa del Napoli solo sporadicamente. Al minuto 86’ il Napoli guadagna un calcio di punizione sulla fascia destra, poco distanti dall’area di rigore del Cesena. Si incarica della battuta ancora una volta il macedone Pandev, che lascia partire un tiro a giro sul primo palo, che beffa il portiere avversario. La palla entra quel tanto che basta per permettere al direttore di gara di assegnare il gol agli azzurri tra le proteste dei giocatori bianconeri.

Passa quindi il Napoli dopo una gara che ha regalato tante emozioni. Solo quarantacinque minuti per il gioiello cileno Vargas, che si è fatto notare solo in qualche occasione. Si conferma invece, importante punto di riferimento in attacco Pandev, al terzo gol consecutivo, in tre partite giocate tra campionato e coppa. Cavani è come sempre decisivo ed Hamsik leggermente in ombra rispetto alle ultime prestazioni. Si attende il verdetto dell’altro ottavo di finale tra Inter e Genoa, per sapere il prossimo avversario degli azzuri ai quarti, gara che si giocherà al San Paolo.

Lascia un commento