Capacchione (Pd): “Fino a ieri il mondo che fa riferimento a Verdini era il diavolo. Cos’è cambiato?”

La senatrice dem, finita sotto scorta per le inchieste giornalistiche sulla camorra, commenta l’alleanza tra Pd e Ala per le Elezioni Comunali di Napoli

Rosaria.Capacchione“Io non voglio dare giudizi sulle persone, Valeria Valente è una brava persona. Ma il discorso è un altro. Ieri questo mondo, quello che fa riferimento a Verdini, era il diavolo. Non sto parlando di dieci anni fa. Fino a tre settimane fa non partecipavano alle riunioni di maggioranza, perché la loro presenza provocava un certo imbarazzo. Cosa è cambiato? Cosa non ci è stato detto? Quand’è che abbiamo cambiato opinione sul modo di fare politica di Verdini? Io non lo so. Non si capisce”. Lo afferma la senatrice del Partito Democratico, Rosaria Capacchione, commentando in un’intervista al Fatto Quotidiano, l’alleanza tra Pd e Ala per le Elezioni Comunali di Napoli (vai all’articolo).

“La domanda che mi faccio – aggiunge la Capacchione parlando dei verdiniani – è: abbiamo sbagliato ieri a giudicare queste persone o stiamo sbagliando oggi? Se abbiamo sbagliato ieri abbiamo il dovere di spiegarlo ai nostri elettori. Le persone – continua – sono sempre le stesse. Il modo di fare politica anche, non mi pare che abbiano cambiato modalità. Il problema non è il profilo giudiziario, non è quello il tema. Le vicende giudiziarie vengono dopo: sono la parte visibile e deteriore di un modo di fare politica che è clientelare e può sconfinare nella collusione”.

Lascia un commento