De Luca: “Servono norme più semplici per nominare i manager in Sanità”. Le opposizioni: “è propaganda”

“Procedure di nomina dei manager della Sanità iscritta all’ordine del giorno in fretta e furia, addirittura ancor prima di essere depositata in Segreteria Generale”. Le opposizioni in Consiglio regionale: “Fa campagna elettorale”

Vincenzo De Luca“Napoli, 25 maggio – La nuova legge regionale sulle nomine dei direttori generali “serve a fare quello che fa la Regione Veneto, evitare di perdere un anno e mezzo di tempo senza poter nominare i direttori generali”. Lo afferma il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, in merito alle critiche delle opposizioni in Consiglio regionale sulla proposta di legge che semplifica le nomine nel settore.

Sia Forza Italia che il Movimento 5 Stelle hanno accusato nelle scorse ore De Luca di fare campagna elettorale per le amministrative del 5 giugno con le nomine nel settore della Sanità. In Consiglio regionale, Armando Cesaro (FI) ha affermato: “La proposta di legge che ‘rivoluziona’ le procedure di nomina dei manager della Sanità che, guarda caso, porta la firma di tutti i capigruppo di maggioranza, è stata iscritta all’ordine del giorno della seduta della Commissione Sanità in fretta e furia, addirittura ancor prima di essere depositata in Segreteria Generale. Cioè quando ancora non esisteva! Tutta questa impazienza nel dare pieni poteri di nomina al presidente De Luca in piena campagna elettorale è davvero singolare. Perché il governo De Luca non ha presentato un Ddl? Cari colleghi di centrosinistra, a pensar male si fa peccato, diceva Andreotti, ma spesso ci si indovina”. Tommaso Malerba (M5S), ha detto: “Trovo vagamente propagandistico e inopportuno che in Commissione Sanità, a pochi giorni dal voto delle Comunali, approdi un disegno di legge a firma del Pd e di tutto il centrosinistra che qualora approvato, lascerà la più ampia discrezionalità delle nomine in campo sanitario al presidente della Giunta regionale”.

Ai cronisti che sottolineavano le critiche delle opposizioni sull’approvazione del provvedimento in periodo di elezioni, a margine della presentazione del piano viabilità stradale della Regione, De Luca ha risposto: “L’angoscia delle opposizioni è relativa a questo? Non faremo nessuna nomina prima delle elezioni, ma la preoccupazione è molto bizzarra perché il presidente della Regione può nominare comunque i commissari, con il problema che il commissario una volta nominato non è che si mette a lavorare, sapendo che se ne deve andare nel giro di due-tre mesi. L’obiettivo è invece accelerare i tempi, in un quadro di assoluta trasparenza e mettere i direttori generali in condizione di lavorare su obiettivi. Mentre i commissari di governo non hanno obiettivi, i direttori generali avranno degli obiettivi di lavoro su cui saranno valutati”.

Lascia un commento

quindici − otto =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.