Far west al rione Traiano, esplosi 70 colpi di kalashnikov contro un’abitazione, un uomo ferito

Ferito un uomo di 41 anni noto alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti. Un colpo di proiettile ha raggiunto anche la cucina di un vicino

poliziaNapoli, 4 giugno – E’ un uomo di 41 anni, Raffaele Pezzuti, già noto alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti, l’uomo rimasto ferito in una sparatoria avvenuta nella tarda serata di ieri in via Romolo e Remo, al Rione Traiano di Napoli. Una settantina di colpi di un’arma automatica sono stati esplosi contro un’abitazione al piano terra. Non è ancora chiaro se Pezzuti, colpito ad una gamba, fosse l’obiettivo del raid. L’uomo è stato trasportato all’ospedale San Paolo. Per lui una prognosi di 30 giorni. Resta ricoverato e piantonato ma non in pericolo di vita.

Uno dei proiettili di kalashnikov esplosi nella sparatoria avvenuta nella tarda serata di ieri al Rione Traiano di Napoli ha perforato la parete di un palazzo conficcandosi nel soffitto di una cucina dove si trovava una famiglia. Intorno all’edificio sono stati individuati i segni dei colpi, provenienti da due o più armi, che hanno colpito muri, auto, marciapiedi.

Lascia un commento