L’occhio del bambino 2016, patologie della congiuntiva e della cornea in età pediatrica

Attenzione del pediatra sui sintomi e sui segni che possono rappresentare un campanello d’allarme

occhio-bimboNapoli, 12 giugno 2016 – Sabato 18 giugno a partire dalle 8.30, presso l’ Hotel Gli Dei in Via Coste d’Agnano, 21 a Pozzuoli (NA), si svolgerà il convegno dal titolo “L’occhio del bambino 2016: Patologie della congiuntiva e della cornea in età pediatrica“. Il convegno è  organizzato e presieduto  dal dottor Salvatore Capobianco, già Direttore Struttura Dipartimentale del Centro di Riferimento Regionale per la prevenzione, la diagnosi ed il trattamento della Retinopatia del Prematuro (ROP) presso l’Azienda Ospedaliera per bambini Santobono – Pausilipon di Napoli, che sottolinea quanto sia importante la collaborazione tra Pediatra e Oculista. “L’idea di organizzare un convegno dedicato alle “Patologie della congiuntiva e della cornea in età pediatrica” mi è venuta andando a spulciare tra le numerosissime richieste di consulenza oculistica che mi arrivano dai pediatri con i quesiti più vari, o, spesso, senza un quesito preciso, ma nell’intento di riuscire a mettere insieme una serie di tasselli con lo scopo di arrivare ad una diagnosi o di confermarla”. Afferma Capobianco.

“Tali richieste, spesso, riguardano patologie dell’occhio coinvolgenti la congiuntiva e la cornea dei nostri piccoli pazienti.  In molti casi alcuni concetti semplici, ma fondamentali, sulle patologie dell’occhio possono sfuggire ad un non specialista, per cui una diagnosi differenziale adeguata non sempre viene posta e, di conseguenza, anche la terapia prescritta non risulta sempre appropriata, ma a volte addirittura dannosa. Scopo di questo nostro incontro – continua Capobianco – è quindi quello di rinforzare il rapporto tra pediatra ed oculista chiarendo, sulla base della letteratura e dell’esperienza maturata dagli specialisti dei vari settori (che abbiamo coinvolto in questa mattinata di studio), una serie di segni oculari, espressione non solo di una franca patologia dell’apparato visivo, ma a volte anche indizio di una malattia sistemica che può coinvolgere anche l’occhio.

Così come nei Convegni da noi organizzati nel corso degli ultimi dieci anni, anche questa volta abbiamo voluto attirare l’attenzione del pediatra sui sintomi e sui segni che possono rappresentare un campanello d’allarme per eventuali patologie oculari che, se non correttamente diagnosticate e curate, possono evolvere con esiti anche gravi sulla funzionalità visiva dei nostri piccoli pazienti. In conclusione, ringraziando tutti voi per l’interesse che ci riserverete, voglio ricordare come spesso un approccio d’équipe al paziente pediatrico risulta di particolare utilità.”

Lascia un commento

tre + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.