A soli 90 giorni dall’inizio delle regate per la Vuitton Cup’s, il Sindaco De Magistris annuncia che non ci sono ritardi

A dir poco scandaloso il comunicato dell’Ansa di questi giorni: “La Coppa America si fa a Napoli e non ci sono ritardi”. A confermarlo è il sindaco  Luigi De Magistris che precisa: “Si va avanti a piccoli passi, per questo non c’é un giorno simbolo, ma tutti sono buoni”.

Il primo cittadino non mostra alcuna preoccupazione per la realizzazione dell’evento che si svolgerà ad aprile a Napoli in Via Caracciolo. “Ieri c’é stato solo un equivoco, sono coinvolte tutte le istituzioni e stiamo andando avanti – ha detto De Magistris – ovviamente ci sono procedure amministrative e formali e le stiamo facendo tutti insieme. Dobbiamo ancora perfezionare alcune cose e formalmente non è ancora tutto finito”.

Ecco che ancora si torna a discutere del sito dove poter svolgere le gare. Si pensa – come definitivo – Via Caracciolo. La cosa che ancora, però, non è chiara è che non sono ancora pronti i progetti da presentare alla Soprintendenza che dovrà esaminarli dal punto di vista ambientale e paesaggistico. La proposta del Comune, fatta a dicembre, comprende un lavoro di prolungamento della scogliera di Mergellina.

Ecco il rebus: il Comune di Napoli da il via libera ai lavori mentre la Soprintendenza attende ancora di valutare il progetto appena sarà pervenuto. “Non mi è arrivato nessun progetto, anzi lo attendo da giorni – cade dalle nuvole Stefano Gizzi, soprintendente ai beni architettonici – è chiaro che prima arriverà e prima esamineremo il piano dal punto di vista ambientale e paesaggistico. Per ora non possiamo esprimerci perché non abbiamo nessuna documentazione”.

Ma subito è pronta la replica di Attilio Auricchio, capo di gabinetto del sindaco: “I lavori partiranno entro la fine del mese, siamo in fase avanzatissima. La gara per Mergellina è stata predisposta ed è stata approvata dal provveditorato delle opere pubbliche per quanto riguarda la scogliera. Siamo più che sereni”.

Occorre precisare che è proprio la scogliera il problema da dover superare. Infatti questa risulta vincolata da una legge del 2004 dell’allora soprintendente Stefano De Caro, che vieta qualunque tipo di intervento, anche provvisorio. “Nessun problema – gli fa eco il vicesindaco Tommaso Sodano – partiremo a breve, abbiamo ricevuto i permessi necessari”.

Insomma siamo alle solite. Ancora non c’è alcuna chiarezza, 90 giorni passano in fretta e De Magistris ancora è silente.

One thought on “A soli 90 giorni dall’inizio delle regate per la Vuitton Cup’s, il Sindaco De Magistris annuncia che non ci sono ritardi

  1. Il comune di Napoli non ha mai brillato in trasparenza e nessuna magia poteva sovvertire la profezia.
    E’ cambiato il Direttore d’Orchestra, i musicanti ma gli strumenti scordati sono sempre quelli. manca la volontà di emergere… i primi 90 giorni tutto doveva essere alla fine non all’inizio della fine.

  2. Il comune di Napoli non ha mai brillato in trasparenza e nessuna magia poteva sovvertire la profezia.
    E’ cambiato il Direttore d’Orchestra, i musicanti ma gli strumenti scordati sono sempre quelli. manca la volontà di emergere… i primi 90 giorni tutto doveva essere alla fine non all’inizio della fine.

Lascia un commento

20 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.