Caso Fortuna Loffredo: cambia l’accusa per la madre del piccolo Antonio

Secondo gli inquirenti sarebbe stata lei ad uccidere suo figlio Antonio Giglio

Antonio GiglioNapoli, 23 giugno – La madre di Antonio Giglio, il bimbo di tre anni morto in circostanze analoghe a quelle di Fortuna Loffredo (la bambina di 6 anni deceduta dopo essere stata lanciata nel vuoto dall’ottavo piano del palazzo dove abitava, il 24 giugno del 2014, nel Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli) è accusata dalla Procura della Repubblica di Napoli dell’omicidio volontario del figlio.

Finora, nei suoi confronti, era stato ipotizzato l’omicidio colposo. Oggi gli inquirenti che indagano sul caso del piccolo Antonio si recheranno in carcere, a Benevento, per ascoltare la donna.

Lascia un commento