Tutto ha un prezzo ma a Napoli tutto si paga di più: RC Auto, la più cara d’Italia

La notizia di stamattina in merito ai ricari del carburante – Benzina 1,747 al litroe Diesel a 1.70 al litro – ci pone di fronte ad un problema ancora più grave: il rincaro assicurativo. L’ inchiesta condotta da Altro Consumo per l’anno 2011, ha valutato l’andamento dei premi RC auto su alcune citta italiane. Sono state consultate cinquanta compagnie assicurative e quattro città campione: Milano, Roma, Napoli e Palermo. Il risultato evidenziato è che oltre al rincaro assicurativo, i cittadini del Sud pagano costi più elevati alle assicurazioni.

Napoli è al top dei rincari: l’incremento è va dal 4% al 9,20% secondo la fascia di età dell’assicurato mentre l’inflazione è pari all’1,5%. A seguire la peggiore è Roma, poi Palermo ed infine Milano, la meno cara. I fattori che contribuiscono ad aumentare questa disparità territoriale – secondo l’ Altro Consumo – sono: la ridotta presenza di compagnie assicuratrici e la politica commerciale che incide sull’assicurato. Questi fattori fanno diminuire la concorrenzae come risultato le compagnie aumentano i prezzi.

Occorre un’immediato accorgimento, necessita sensibilizzare al più presto la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, organo preposto per il controllo e le sansioni. Solo così facendo si può porre un freno a quest’emorragia che sta colpendo ingiustamente i cittadini del Sud , napoletani per primi.

 

Lascia un commento