Apple a Napoli, da ottobre al via corsi di formazione app. Renzi: “Soddisfatti”

Il partner scelto dall’azienda di Cupertino è il campus universitario della Federico II di San Giovanni a Teduccio. Dalla Regione Campania 7 milioni di euro per finanziare borse di studio destinate a 1000 giovani

Apple.NapoliNapoli, 7 luglio – L’Università di Napoli Federico II ospiterà la prima iOS Developer Academy d’Europa grazie all’accordo siglato con Apple per lo sviluppo di app. La partnership si chiama “Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica” e sarà firmato quest’oggi da Apple e dall’Ateneo Federico II. Secondo tale accordo Apple investirà 5 milioni e mezzo di euro su base triennale. Risorse destinate a sostenere i costi di docenti e il pagamento delle borse di studio, pari a 800 euro al mese. Il contributo sarà garantito da Apple per il 5% degli studenti e per questo la Regione Campania ha deciso di intervenire stanziando 7 milioni in tre anni per erogare borse di studio a 1000 studenti, anche a quelli provenienti da fuori Regione.

“Siamo veramente felici di lavorare con l’Università di Napoli Federico II per lanciare la prima iOS Developer Academy in Europa. Alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo arrivano dall’Europa e siamo certi che questo centro aiuterà la prossima generazione ad acquisire le competenze necessarie per avere successo”, dice Luca Maestri, Cfo Apple. “Con questa iniziativa – spiega il rettore Gaetano Manfredi – Federico II continua a rispondere alle esigenze formative legate alle nuove tecnologie”.

“Siamo molto soddisfatti perché una delle più importanti aziende globali ha deciso di investire al Sud, a Napoli, nel capitale umano, nei talenti straordinari dei nostri ragazzi”, ha scritto su Facebook il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Se anche noi la smettiamo con il racconto senza salvezza del Sud e – ha aggiunto – valorizziamo le eccellenze che sono così numerose, ce la possiamo fare, come ci dicono anche i dati Istat della settimana scorsa. Dalla Academy di Apple non usciranno solo sviluppatori iOS molto richiesti nel mercato del lavoro, ma anche giovani imprenditori che da un’idea vincente faranno nascere aziende che porteranno ricchezza e posti di lavoro. Sono certo – ha concluso – che il tessuto imprenditoriale locale saprà supportare e sostenere questa grande opportunità. Napoli e il Mezzogiorno sono luoghi fantastici per formarsi e per investire. Avanti tutta, tutti insieme”.

Annunciando il finanziamento di 1000 borse di studio per sostenere talenti campani o provenienti da altri paesi, il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, ha affermato: “È nostro impegno sostenere una strategia di attrazione di talenti così qualificata e di promuovere la contaminazione e l’accoglienza nel nostro territorio. I contesti più competitivi e creativi a livello mondiale si contraddistinguono per tre fattori principali: tecnologia, talento e tolleranza. Con questa operazione puntiamo a incrementare tutte queste leve”.

Lascia un commento