Do not disturb, il teatro si fa in albergo

L’estate napoletana entrerà dalle finestre e dai balconi del Grand Hotel Parker’s, rivelando e scoprendo alcune storie tenute segrete dietro le porte chiuse delle sue stanze

ShakespearoomsTre domeniche, 17, 24 e 31 luglio, con Do not disturb – Il teatro si fa in albergo, ognuna con tre diversi fili conduttori: segreti, coppie felici e un’edizione speciale di storie ispirate e dedicate a William Shakespeare.

Alla storica squadra di autori, formata da Mario Gelardi e Claudio Finelli, si uniscono, nella prossima edizione Antonio Maiorino Marrazzo e Fabiana Fazio. La regia delle stanze teatrali sarà curata da Mario Gelardi e Carlo Caracciolo. Si parte domenica 17 luglio con tre storie dedicate al tema del segreto: Lo faccio per te, che vede protagonisti Gennaro Maresca e Simone Fiorillo; Anna sui tacchi, con Irene Grasso e Carlo Geltrude; L’ospite atteso, interpretata da Carlo Caracciolo e Riccardo Ciccarelli.

Il concierge è Vincenzo Antonucci. Le stanze teatrali della prima domenica di Do not disturb custodiscono tutte un segreto che solo i protagonisti conoscono e lo svelamento del quale cambierà definitivamente il destino dei rapporti. Il segreto infatti impedisce ad uno dei due personaggi di essere realmente se stesso. Le coppie saranno raggiunte dal pubblico proprio nel momento in cui uno dei due non ce la farà più a reggere il peso e sarà costretto a parlare.

Domenica 24 luglio sarà la volta delle  Shakespear’s rooms, scritte da Antonio Maiorino Marrazzo e Mario Gelardi, che prendono a prestito storie e personaggi del Bardo per calarli in una dimensione contemporanea. L’ambientazione sarà quella del Grand Hotel Parker’s, che per l’occasione trasformerà in teatro, non solo le abituali camere da letto, ma l’intero albergo. Ad interpretare i nuovi personaggi, Riccardo Ciccarelli, Annarita Ferraro, Cristian Izzo, Fabio Rossi e Antonio della Croce; Mariano Coletti, nel ruolo del concierge.

Le Shakespear’s rooms vogliono essere un gioco teatrale e narrativo: i personaggi del drammaturgo inglese si troveranno a far fronte ad un destino che non è già scritto e prefissato, ma che si può rivoluzionare e che può prendere direzioni inaspettate. Le due storie, Siamo fatti della stessa stanza, che vede protagonisti i giovani Mariotto e Ganozza e Io so chi sono, sono sì ispirate ai personaggi del Bardo, ma trasportate temporalmente nell’oggi, si calano nel mondo contemporaneo nell’ambientazione naturale dell’albergo, sviluppandosi e intrecciandosi tra loro.

Il 31 luglio si chiude con un ciclo di stanze dedicate alle coppie felici, scritte da Fabiana Fazio e Mario Gelardi e dirette dallo stesso Gelardi e da Carlo Caracciolo. Il Grand Hotel Parker’s si farà così scenario di incontri incredibilmente romantici, che vedranno coinvolti i quattro protagonisti. La particolarità degli incontri tra le due coppie delle due stanze teatrali. Un lavoro ben fatto, con Carlo Caracciolo e Fabiana Fazio e A noi due! con Irene Grasso e Riccardo Ciccarelli è un inaspettato incrocio tra le vicende dei quattro, che condurrà ad un imprevedibile finale dal sapore shnitzleriano. Il ruolo del concierge sarà interpretato da Carlo Geltrude.

Gelardi ha voluto così rinnovare il format, che conduce solo pochi spettatori a sera (massimo 25), come intrusi, nell’intimità di alcune coppie, per ascoltare, quasi spiando, i personaggi, poco prima che lascino la stanza, e a proposito spiega: “Ho pensato che era il momento innovare Do not disturb, un format che ha decontestualizzato il teatro portandolo ad un palmo dal pubblico. Così mi è sembrato che fosse il momento per allargare la squadra degli autori e dare nuova linfa al progetto, ma anche che fosse il momento per sfruttare la vicinanza conquistata e portare il pubblico ancora più vicino al teatro e chi meglio di Shakespeare poteva aiutarci in questa operazione?”.

Lascia un commento

2 + nove =