Edenlandia: i sindacati incontrano i vertici aziendali

Preoccupazione per i lavoratori e le loro famiglie che vivono con il contributo economico dell’ammortizzatore sociale Naspi

EdenlandiaNapoli, 25 luglio – Le organizzazioni sindacali, ancora una volta, oggi hanno incontrato i vertici aziendali di Edelandia. Lo scopo dell’incontro è stato quello di fare il punto e il resoconto della situazione circa lo stato di avanzamento dei lavori di nonché quello di sapere il cronoprogramma che dovrebbe portare alla riapertura del parco giochi nei tempio stabiliti.

“Abbiamo manifestato ai vertici di Edenlandia tutte le nostre preoccupazioni, soprattutto quelle che riguardano i lavoratori e le loro famiglie“, così dichiara Massimo Taglialatela, Segretario Generale della Uilcom Campania. “Per i lavoratori vivere con il contributo economico dell’ammortizzatore sociale chiamato Naspi, è molto pesante e comporta notevoli disagi, soprattutto se si pensa che questo contributo si riduce del 3 % ogni mese”, precisa il sindacalista della Uilcom. “Perciò abbiamo chiesto all’azienda di conoscere tempi e modalità di riapertura del parco giochi e come questa intende riportare a lavoro gli ex dipendenti. A tutt’oggi sono rientrati a tempo determinato 11 lavoratori dei cinquantaquattro totali “, spiega il segretario generale della Uilcom.

L’azienda, da parte sua, pur non volendo indicare una data certa per la riapertura, ha affermato che è sua intenzione restituire il parco giochi alla città entro la scadenza della Naspi prevista per il maggio 2017. “Entro tale data, ci ha ribadito l’azienda, a seconda delle esigenze, tutti i lavoratori saranno reimpiegati. Tenuto conto dei ritardi accumulati e le false partenze, oggi non siamo del tutto rassicurati. Restano per ovvi motivi tutte le nostre preoccupazioni, anche se gli attuali interlocutori ci sembrano propensi a continuare l’investimento tant’è che hanno annunciato l’arrivo di almeno una dozzina di nuove attrazioni oltre l’ammodernamento di alcune storiche caratteristiche come la “Vecchia America”, i Tronchi” e “il Vecchio Maniero” – rivela l’esponente della Uilcom Campania. “Quindi – conclude il Segretario Regionale della UilCom – La nostra attenzione è e resterà massima per verificare costantemente la realizzazione di quanto dichiarato dall’azienda e ci riterremo pienamente soddisfatti quando Edenlandia sarà effettivamente restituita alla città e tutti i lavoratori avranno ripreso il loro rapporto con l’azienda”.

Lascia un commento