Trans rinuncia alle cure per non subire “ingiurie ed umiliazioni” dai paramedici dell’ospedale San Giovanni Bosco

Al nosocomio napoletano per accertamenti, costretta ad andare via. L’assessore Villani porge le sue scuse a nome della città

San Giovanni BoscoNapoli, 31 luglio – L’episodio è stato denunciato ieri dall’assessore Villani del Comune di Napoli. Trans rinuncia alle cure per non essere costretta a sopportare ingiurie ed umiliazioni. E’ quanto è stato riferito da Nunzia, che all’anagrafe risulta essere registrata come donna.

E’ l’assessore alle Pari opportunità del Comune di Napoli Daniela Villani a denunciare il “grave episodio di discriminazione” subito dalla transessuale nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. L’assessore riferisce che Nunzia “a seguito di un ricovero per problemi cardiaci ha riferito di aver subito ingiurie e umiliazioni da parte del personale paramedico”. Villani inoltre si è detta “costernata per l’accaduto” ed ha porto le sue scuse alla signora a nome della città, invitandola a contattare l’Assessorato assicurandola di “essere al suo fianco”.

Lascia un commento