Scuola: sit-in di protesta a Napoli per graduatorie della primaria. Parte la “chiamata per competenze”

Parte da questo mese l’assegnazione delle cattedre con la “chiamata per competenze” su chiamata del preside. Trasferiti al Nord migliaia di docenti

Csa NapoliNapoli, 1 agosto – Parte il sistema di assegnazione della cattedra con la “chiamata per competenze” dei docenti prevista dalla Legge 107/2015, la tanto contestata Buona Scuola. I docenti assunti in fase B e C, i vincitori di concorso e quelli che hanno fatto domanda di mobilità andranno a confluire in ambiti territoriali da dove saranno scelti dal preside in base al curriculum e non più in base alla posizione della graduatoria determinata, fino ad oggi, con la valutazione dei titoli culturali e di servizio. 60.00 cattedre saranno assegnate così già da questo agosto. E’ questo il numero di docenti coinvolti in questa tornata dalla mobilità, che vedrà tanti insegnanti costretti a spostarsi al Nord, lasciando il luogo di lavoro che hanno ricoperto negli anni passati.

Intanto stamane sit in di protesta di centinaia di maestri della scuola primaria. Contestata la regolarità della graduatoria della scuola primaria. Sotto accusa il punteggio certificato dal Provveditorato acquisito negli anni che secondo i manifestanti risulta essere inesatto e da riformulare. Troppi casi di errori e cancellazione di punteggi acquisiti sul servizio prestato, lamentano i manifestanti.

Lascia un commento