Napoli, il sindaco de Magistris aderisce al movimento transnazionale DiEM25

“Napoli, terzo Comune d’Italia per estensione, è emersa come una delle più innovative ‘città ribelli’ in Europa nella lotta per una Unione Europea veramente democratica, promuovendo il coinvolgimento diretto dei suoi cittadini e dei movimenti sociali nel processo decisionale e politico”, si legge nel comunicato di benvenuto pubblicato sul sito del movimento fondato dall’ex ministro delle finanze della Grecia, Varoufakis

Diem25.deMagistris.VaroufakisNapoli, 4 agosto – “Diem25 è felice di dare il benvenuto al sindaco Luigi de Magistris nelle sue fila. Coraggioso ex pubblico ministero noto per essere nemico giurato della mafia, de Magistris è stato da poco rieletto sindaco della Città di Napoli con la schiacciante maggioranza del 66% dei voti”. Inizia così il comunicato con cui DiEM25, movimento transnazionale europeo fondato dall’ex ministro delle finanze della Grecia, Yanis Varoufakis, dà il benvenuto al sindaco di Napoli tra le sue fila.

“Nel quinquennio precedente – continua –, Napoli, il terzo Comune d’Italia per estensione, è emersa come una delle più innovative ‘città ribelli’ in Europa nella lotta per una Unione Europea veramente democratica, promuovendo il coinvolgimento diretto dei suoi cittadini e dei movimenti sociali nel processo decisionale e politico. La reale protezione dei beni comuni e degli spazi sociali a Napoli, la politica delle ‘porte-aperte’ ai migranti e ai rifugiati, così come il risultato di diventare l’unica grande città Europea a ripubblicizzare i servizi idrici e di approvvigionamento dell’acqua, mostrano che il cambiamento dal basso è necessario oltreché possibile”.

“Come partner di DiEM25 – conclude il comunicato –, il Comune italiano di Napoli, contribuisce allo sforzo dal basso del movimento transnazionale per portare un reale e definitivo cambiamento a livello Europeo”.

De Magistris si era incontrato con Varoufakis a Roma lo scorso giugno, in occasione del dibattito intitolato “L’esperienza delle città contro l’Europa dell’austerità” (vai all’articolo). Da qui la decisione di aderire a DiEM25, movimento il cui obiettivo principale è “democratizzare l’Europa” e il cui nome è formato dall’acronimo “Democracy in Europe Movement”. 25 sta invece per 2025, l’anno in cui l’obiettivo di riuscire a cambiare l’attuale assetto politico europeo dovrebbe essere raggiunto.

Lascia un commento

quindici − 11 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.