Malazé: la storia di Pozzuoli tra inciuci e mare e alla scoperta della grotta dei pipistrelli a Quarto

Tra gli eventi della XI edizione di Malazè ci sono i corti enogastronomici della “Grande Abbuffata” e il Premio Fotografico Campi Flegrei. Il programma del secondo fine settimana

darsena_pozzuoli-sgamatoPozzuoli, 8 settembre – Secondo fine settimana di eventi per l’XI edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei ideato ed organizzato da Rosario Mattera. La manifestazione continua con decine di eventi a Pozzuoli (si segnala: storie di mare ed inciuci, visite teatralizzate nel centro storico e nei siti archeologici, in bici alla scoperta dei vigneti a piede franco, la rassegna di cortometraggi a tema enogastronomico “La Grande Abbuffata”, il Premio fotografico Campi Flegrei, visite alla casa delle api) a Bacoli (tra gli eventi: Terra Madre con Slow Food, visita alla Città Sommersa), a Quarto (la Grotta dei pipistrelli e conserve di pomodoro fatte dai bambini) e a Napoli (visita agli Astroni).

Giovedì 8. (Ore 19) A Pozzuoli “Abbascio ‘o Valjone. Inciuci, storie e sapori di mare”. Storie di tempi andati, nobili squattrinati e inciuci raccontati dagli attori dell’associazione Artemide e dal maestro Antonio Isabettini. Aperitivo e degustazione dal sapore di mare al ristorante O’Valione. (Ore 19) A Baia, Bacoli c’è “Socrate e la Nuvola Rosa” con l’associazione La Danza delle Farfalle e i Fondi di Baia. Corto animato su Socrate scritto, diretto e musicato da Andrea Lucisano e interpretato da Carlo Rivolta. Segue discussione e laboratorio live arts and performance.

Venerdì 9. (Ore 18) A Pozzuoli “I campi ardenti tra mito, mistero e arte” a cura dell’Associazione Quo Vadis Napoli. La lettura di brani scelti dal libro Korallion di Fiorella Franchini guiderà il visitatore alla scoperta del paesaggio inimitabile della Solfatara. (Ore 19) A Baia, Bacoli, Il Cantico dell’Uva a cura dell’associazione La Danza delle Farfalle e i Fondi di Baia. Spettacolo musicale e poetico che porta in scena musicisti che volano nell’Anima del Vino. La ricerca di nuove sonorità prevede l’utilizzo di botti di legno suonate come percussioni e grandi calici che generano accordi.

Sabato 10, segnaliamo: a Bacoli dalle ore 9 alle 13 “Mani nella Terra Madre” a cura di Slow Food Campi Flegrei e Iocisto. Appuntamento col Paniere Flegreo, prodotti che parlano del territorio e della sua gente. (Ore 9,30) A Pozzuoli “In bici sulle strade del piede franco” a cura di Napoli Pedala. Lungo il percorso sono previste soste in aziende vitivinicole per degustare i vini doc locali. Il totale dei km percorsi è di circa 30 Km con visita alle Terme d’Agnano, al Cratere Astroni e alla Necropoli San Vito. (Dalle 10 alle 13) A Pozzuoli “Caccia ai miti, colori e profumi nella foresta incantata tra fate ed elfi” a cura di Legambiente Circolo di Pozzuoli Campi Flegrei. Nella Foresta di Cuma visita naturalistica, storica e mitologica a cui seguiranno un percorso Ludico per i bambini e un percorso Sensoriale per gli adulti e ragazzi. (Ore 10) A Quarto c’è “La Grotta dei pipistrelli”, una visita con il Gruppo archeologico dei Campi Flegrei. In uno scenario immerso nel verde della macchia mediterranea, sul fianco della collina di Costalonga si apre la grotta dei pipistrelli: nuovo percorso storico-naturalistico in una grotta scavata nel tufo e degustazione al ristorante Arcadia.

Domenica 11, segnaliamo: (Ore 9) A Pozzuoli “ShootTime” a cura dell’associazione Snap! La Photo Marathon è un evento culturale che coniuga la passione per la fotografia e la promozione del territorio. E’ aperta a chiunque con qualsiasi mezzo fotografico digitale. Verranno assegnati temi fotografici da sviluppare con originalità. Una giuria valuterà le immagini scegliendo le migliori per coerenza al tema, correttezza formale e creatività. (Ore 12) A Bacoli “Brindando alla costa flegrea con attori e miti” con CulturAvvenuta, Aretmide e Ais Napoli. Lezione in canoa ammirando le meraviglie naturali della baia flegrea, segue una performance attoriale dal nome “attori e Miti ” e degustazione vino e gastronomia.

Lascia un commento