Coisp Napoli: “Ancora un colpo allo Stato. Questa volta ad essere ‘ferita’ è la Polizia di Stato”

La presa di posizione del Coisp sindacato di Polizia di Napoli sul lancio della bomba molotov davanti alla caserma “Iovino” di via Medina

via-medinaNapoli, 9 settembre – Alle 2 del mattino di ieri una molotov è stata lanciata di fronte alla Questura di Napoli davanti alla caserma “Iovino” di via Medina. La bottiglia incendiaria ha preso fuoco tra la caserma ed un bar, fortunatamente senza creare nessun danno o ferito. Non è la prima volta che accadono simili fatti, qualche mese fa ad essere colpita è stata una Caserma dei Carabinieri a Secondigliano.

“E’ questo un grave atto intimidatorio, un attentato allo Stato Italiano e alla sua Autorità, non è la prima volta che simili notizie ci lascino senza parole. Non si tratta di un mero fatto di cronaca ma è questo un attentato teso a colpire tutti, per primi i cittadini che credono in noi”, queste le parole a caldo di Giulio Catuogno segretario generale Coisp Napoli. “Noi siamo dalla parte dei cittadini onesti, non sono certo delinquenti o sbandati che possono tenere in ostaggio e rovinare la vita a decine di migliaia di persone per bene”. E aggiunge: “A nome dell’organizzazione sindacale che rappresento, ma anche a nome dei tanti colleghi e cittadini, esprimo solidarietà, vicinanza e affetto a chi questa notte a lavoro o a riposo è stato svegliato dall’atto criminoso compiuto verso la Caserma Iovino di via Medina”.

“Da tempo segnaliamo che a Napoli è in corso una vera e propria recrudescenza del crimine organizzato – continua la nota del segretario generale Coisp Napoli – quel che serve lo abbiamo palesato più volte, il vile attentato colpisce tutti coloro che lavorano per la sicurezza a Napoli e non solo. Fortunatamente non ci sono vittime né feriti ma questo non sminuisce la gravità dell’attentato Gli episodi di cronaca che interessano il nostro territorio in questi ultimi mesi segnalano un forte disagio sociale che deve interessare a tutti, allo Stato in primis, è lo Stato a non poter abbandonare donne e uomini quotidianamente impegnati a mantenere alto quel senso di sicurezza di cui ogni cittadino ha necessità. Servono pertanto” conclude Catuogno “maggiori investimenti su Napoli e territorio”.

Dello stesso avviso e Giuseppe Raimondi, segretario generale Coisp Regione Campania che dichiara: “Denunciamo da sempre la mancanza di personale e mezzi per contrastare questo ed altri episodi . Mi darò carico di trasferire alla segreteria nazionale la necessita di incrementare Napoli e la Campania di uomini e mezzi affinchè la sicurezza di tutti sia garantita dallo Stato”.

Lascia un commento

3 × 3 =