Palermo-Napoli 0-3. Tris firmato da Hamsik e Callejon

Gli azzurri, autori al Barbera di una prestazione molto convincente, vincendo salgono a quota 7 punti in classifica

palermo-napoli-hamsik-callejonPALERMO (4-3-3): Posavec; Rispoli, Goldaniga, Rajkovic, Aleesami; Hiljemark, Gazzi, Jajalo (dall’11’ Bruno Hemrique); Embalo (dal 1’ s.t. Nestorovsli), Diamanti, Sallai (dal 39’ s.t. Bentivegna). All. Possanzini (De Zerbi squalificato)

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (dal 28’ s.t. Allan), Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 24’ s.t. Mertens), Milik (dal 21’ s.t. Gabbiadini), Insigne. . All. Sarri

MARCATORI: Hamisk al 2’, Callejon al 6’ e al 20’ del s.t.

ARBITRO: Massa di Imperia

Palermo, 10 settembre – Dopo la sosta per le nazionali, la stagione del Napoli ricomincia alla grande. La banda Sarri con Hamsik e Callejon rifila tre gol al Palermo, che riesce ad arginare l’onda azzurra solo per un tempo, salvo capitolare a inizio secondo. Rispetto alla gara con il Pescara e a quella con il Milan, gli uomini di Sarri appaiono migliorati sotto il profilo della condizione fisica, oltre che dal punto di vista della lucidità mentale. Aspetti questi che, insieme a una maggior sicurezza nei propri mezzi dimostrata da tutto il gruppo, ha permesso di terminare la gara senza subire gol. Il Napoli vince e convince, in una partita in cui il Palermo non ha regalato assolutamente nulla. Nonostante la sconfitta la prova dei rosanero non è da cancellare. Si è avvertita la cura De Zerbi, ma la qualità del Napoli a un certo punto ha finito per prevalere.

Partita molto tattica nei primi minuti di gioco. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento e non si assiste ad azioni degne di nota. Il Napoli si fa vedere seriamente dalle parti del Palermo all’11’ dopo una serie di triangolazioni in mezzo al campo. Al 14′ la prima vera occasione gol della partita. Insigne passa a Milik, che non si aspetta la palla e ciabatta il tiro. Il Palermo si salva.

Al 27′ ancora un cross di Insigne a cercare Milik, che viene leggermente spinto e non riesce a impattare la palla di testa. Dalla mezz’ora pallino del gioco saldamente in mano al Napoli, che non riesce a sfruttare le poche occasioni concesse dai rosanero. Il primo tempo termina a reti inviolate.

Nel secondo tempo il Napoli sblocca il risultato. Al 47′ infatti, Ghoulam crossa a rientrare per Hamsik, che la schiaccia nell’angolino dove Posavec non può arrivare. Quattro minuti dopo, altra azione gol degli azzurri: Insigne crossa per Callejon, che a due passi dalla porta non sbaglia.

Il Palermo non ha una grande reazione, ma riesce comunque ad andare vicino al gol con il neo entrato Bruno Henrique, che stava per sfruttare una disattenzione in fase difensiva della retroguardia azzurra. Al 65′ progressione pazzesca di Zielinski a spaccare il centrocampo rosanero e palla a Callejon che fa tris. È questo il gol che blinda il risultato e permette a Sarri di sbizzarrirsi con i cambi. Nel giro di pochi minuti fanno il loro ingresso sul terreno di gioco Gabbiadini per Milik, Mertens per Callejon e Allan per Zielinski. Il match non regala più grandi emozioni e la partita scivola via fino al triplice fischio dell’arbitro Massa.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

due × 3 =