Napoli-Bologna 3-1. Azzurri per una sera in testa alla classifica grazie a una doppietta di Milik

Nel Napoli a segno Callejon e Milik. Il gol di Verdi illude il Bologna, che all’82’ rimane in 10 per l’espulsione di Krafth

napoli-bolognaNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic (dal 22′ s.t. Ghoulam); Zielinski, Jorginho (dal 29′ s.t. Allan), Hamsik; Callejon, Gabbiadini (dal 16′ s.t. Milik), Insigne.

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Kraft, Oikonomou, Gastaldello, Torosidis (dal 38′ s.t. Masina); Taider, Nagy (dal 16′ s.t. Donsah) , Dzemaili; Di Francesco, Verdi, Krejci (dal 29′ s.t. Rizzo).

MARCATORI: Callejon (N) al 14′ p.t.; Verdi (B) all’11’, Milik (N) al 22′ e al 33′ s.t.

ARBITRO: Doveri di Roma

Napoli, 17 settembre – Al San Paolo il Napoli batte 3-1 il Bologna di Donadoni grazie a una doppietta realizzata da Arkadiusz Milik e conquista momentaneamente, aspettando Inter-Juve, il primo posto in campionato. Il polacco entra dalla panchina e cambia le sorti della gara, trascinando la banda Sarri proprio nel momento di maggiore difficoltà. Alla fine l’ingresso dell’attaccante polacco si rivela decisivo per la conquista dei tre punti da parte degli azzurri, che nel secondo tempo avevano smarrito la giusta intensità di gioco, rischiando di compromettere quella che nel primo tempo era stata un’ottima prestazione. Bravo Sarri a sfruttare tutti i cambi a sua disposizione per avere la meglio su un Bologna mai domo, capace di affacciarsi in maniera pericolosa dalle parti di Reina in più di un’occasione, fino a trovare il gol del pari con Verdi. A quel punto Sarri capisce che c’è bisogno di dare una scossa alla squadra e manda in campo Milik, che realizza la terza doppietta in cinque presenze ufficiali con la maglia azzurra e diventa, prestazione dopo prestazione, sempre più idolo dei tifosi partenopei.

La prima occasione della partita la ottiene il Bologna, che al 6′ minuto di gioco è pericoloso con un tiro sbilenco dell’ex Dzemaili, lasciato libero di concludere grazie a una marcatura debole dei centrali azzurri. Reina fa buona guardia e smanaccia in angolo. Se il Bologna è pericoloso il Napoli non è da meno e da lì a poco va vicino al gol con Insigne. La conclusione del fantasista azzurro termina poco a lato dalla porta difesa da Da Costa. Il gol del Napoli arriva al 14′: assist di Insigne per la testa di Callejon, che fa 1-0. La banda Sarri ha altre occasioni per allungare le distanze, ma non le sfrutta e permette al Bologna di rimanere in partita.

I rossoblù a inizio secondo tempo sembrano più convinti dei propri mezzi, mentre il Napoli perde di intensità, forse per le fatiche della Champions e della trasferta di Kiev. Gli azzurri appaiono poco lucidi e a tratti distratti. Al 56′ la retroguardia del Napoli non chiude su Verdi e permette al giovane talento scuola Milan di portare il Bologna in parità con un gran tiro dalla distanza. Gli azzurri continuano a soffrire le sfuriate dei felsinei, che credono nel colpaccio. Sarri capisce che c’è bisogno di dare una scossa alla squadra e manda in campo Milik. Il polacco lo ripaga segnando il gol del 2-1, dopo aver ricevuto palla con un bel passaggio filtrante di Hamsik. Al 78′ Milik si rende ancora protagonista e con un gran tiro di sinistro porta il Napoli sul 3-1. Doppietta per lui e Bologna al tappeto. I rossoblù rimangono in 10 uomini all’82’ per fallo di Krafth su Zielinski ultimo uomo. La squadra di Donadoni non riesce più a rendersi pericolosa e per il Napoli la vittoria diventa una formalità.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento