PD. Villaggio preistorico di Poggiomarino. Pronto un tavolo tra Comuni, Regione e Soprintendenza.

COMUNICATO STAMPA

VILLAGGIO PREISTORICO, PRONTO UN TAVOLO TRA COMUNI, REGIONE E SOPRINTENDENZA. ORLANDO E ANNUNZIATA: “CONTRO LA CHIUSURA ANCHE REGIONE E PROVINCIA FACCIANO LA LORO PARTE”.

NAPOLI (9 GENNAIO). “Il sito archeologico di Longola è strategico non solo dal punto di vista culturale e scientifico, ma anche per costruire una importante opportunità di sviluppo economico per tutta l’area di Poggiomarino“. A dichiararlo sono il commissario della Federazione provinciale del Pd di Napoli, Andrea Orlando, e il sindaco di Poggiomarino, Leo Annunziata.

“Il ministro Ornaghi si attivi affinchè non si fermino le attività di scavo e che il sito venga valorizzato e rilanciato. Rappresenta una chance che un territorio come quello di Poggiomarino, troppo spesso conosciuto solo per fatti negativi, non può perdere per riscattarsi. Qundi, anche Provincia e Regione facciano la propria parte”. Proprio per questo, annuncia il sindaco Annunziata, nel giro di qualche giorno, ci sarà una conferenza di servizi che metterà attorno a un tavolo i sindaci di Poggiomarino, Striano e San Marzano, i rappresentanti degli assessorati regionali ai lavori pubblici e ai beni culturali e la Soprintendenza con l’obiettivo di salvaguardare il villaggio preistorico di Longola e valorizzare lo straordinario giacimento di reperti affiorato in seguito alle campagne di scavo.

One thought on “PD. Villaggio preistorico di Poggiomarino. Pronto un tavolo tra Comuni, Regione e Soprintendenza.

  1. Ora che abbiamo un villaggio per ospitarli sappiamo finalmente dove sistemare i nostri preistorici politici, sia per le idee che ci hanno condotto da una delle nazioni più industrializzate in europa alla 1 prima in assoluto per tasso di disoccupazione vista la magistrale riforma operata dal governo Monti ma non è finita, purtroppo qui.
    Ora che abbiamo dove sistemarli per lo spirito umanitario che la chiesa cattolica apostolica romana ci ha inculcato abbandoniamoli nella loro terra natia.

  2. Ora che abbiamo un villaggio per ospitarli sappiamo finalmente dove sistemare i nostri preistorici politici, sia per le idee che ci hanno condotto da una delle nazioni più industrializzate in europa alla 1 prima in assoluto per tasso di disoccupazione vista la magistrale riforma operata dal governo Monti ma non è finita, purtroppo qui.
    Ora che abbiamo dove sistemarli per lo spirito umanitario che la chiesa cattolica apostolica romana ci ha inculcato abbandoniamoli nella loro terra natia.

Lascia un commento

8 + 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.