Povertà: ecco il “Sostegno all’inclusione attiva” alle famiglie del Comune di Napoli

Assessore Gaeta: “Avvio del sostegno all’inclusione attiva (SIA), il sussidio in sostegno delle famiglie per superare la condizione di povertà”

Comune di NapoliNapoli, 7 ottobre – A partire dal giorno 10 ottobre 2016 i cittadini potranno presentare le domande per l’accesso alla misura di contrasto alla povertà denominata “Sostegno all’inclusione attiva”, volta a favorire la fuoriuscita delle famiglie in condizioni di grave deprivazione materiale, “Il Comune di Napoli – dichiara l’assessore al Welfare Roberta Gaeta – è costantemente attento nel garantire a tutta la cittadinanza condizioni di vita dignitose: in quest’epoca di grave crisi economica e di riduzione delle risorse a disposizione degli Enti locali risulta assolutamente prioritario per questa Amministrazione trovare risposte attuabili ed implementare tutte le misure disponibili da destinare alle fasce deboli della popolazione. A questo scopo, abbiamo lavorato alacremente e tempestivamente per rendere possibile l’utilizzo delle risorse previste da questa misura.”

Sarà presto disponibile sul sito Web del Comune un’area dedicata al SIA, dove saranno raccolte tutte le informazioni ed il materiale utile al cittadino, nonché l’elenco dei CAF convenzionati per la presentazione delle domande. Le medesime informazioni saranno reperibili presso gli URP Municipali, presso i Centri di Servizio Sociale territoriale e presso la Centrale Operativa Sociale telefonando al n°081/5627027.

“Come Amministrazione Comunale intendiamo garantire la concreta ed efficiente attuazione della misura, soprattutto in ragione dell’impatto concreto che il SIA avrà sul benessere della cittadinanza” conclude Gaeta.

I requisiti per l’accesso sono:

Requisiti del richiedente:

  • cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residente in Italia da almeno 2 anni;
  • residente nel Comune in cui si presenta la domanda, così come specificato dalla Circolare dell’INPS n. 3322 del 5/08/2016

Requisiti familiari:

Il nucleo familiare deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • presenza di almeno un componente di età minore di 18 anni;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l’unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).

Requisiti economici:

Per accedere al SIA è necessario avere un ISEE del nucleo familiare inferiore o uguale a 3mila euro.
E’ inoltre necessario che i componenti del nucleo familiare assolvano tutte le seguenti condizioni:
– non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti (di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale) superiori a 600 euro mensili;

– non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati quali la NASPI e l’ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;

– non essere in possesso di beni durevoli di valore, quali: autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda.

Lascia un commento

11 − 8 =