Napoli-Roma 1-3. I giallorossi scavalcano gli azzurri al secondo posto e la Juve può allungare

Due gol di Dzeko e un gol di Salah per la Roma. Nel Napoli segna Koulibaly

napoli-romaNAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (36′ st Zielinski); Callejon (31′ st El Kaddouri), Gabbiadini (11′ st Mertens), Insigne. All.Sarri

ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus (26′ st Emerson); De Rossi, Paredes; Perotti (46′ st Gerson), Nainggolan (34′ st El Shaarawy), Salah; Dzeko. All. Spalletti

MARCATORI: 43′ e 9′ st Dzeko (R), 13′ st Koulibaly (N), 40′ st Salah (R)

ARBITRO: Orsato di Schio

Napoli, 15 ottobre – Al San Paolo la Roma batte il Napoli per 3-1. Doppietta di Dzeko e gol di Salah a blindare la vittoria. A poco serve il gol di Koulibaly, gli azzurri si illudono di poter rientrare in partita ma le poche occasioni di acciuffare il pareggio vengono clamorosamente sprecate. Matura così la seconda sconfitta consecutiva per la banda Sarri, i cui giocatori migliori sono apparsi in condizioni fisiche non brillanti. Il tecnico azzurro, nonostante questo, non è riuscito a proporre un Napoli molto diverso rispetto a quello visto contro l’Atalanta a Bergamo. All’assenza di Milik, che in settimana si è sottoposto all’intervento per la ricostruzione del crociato, Sarri ha risposto riproponendo, come già fatto altre volte, Gabbiadini punta centrale. Scelta poco felice e giocatore tirato fuori dal campo nel primo quarto d’ora del secondo tempo. Al Napoli servirebbe qualcos’altro per tirarsi fuori da un momento della stagione terribilmente difficile. A Sarri il compito di trovare le soluzioni per evitare altre figuracce e la perdita di ulteriori punti in classifica. Con la vittoria di oggi la Roma scavalca il Napoli al secondo posto e la Juve può allungare a più 7 il suo vantaggio sugli azzurri.

Durante la prima mezz’ora di gara si assiste a un botta e risposta tra le due formazioni. Inizia il Napoli al 5′ di gioco, con Insigne che sfiora il palo su calcio piazzato. Dzeko poco dopo tira alto anticipando sotto porta Koulibaly. Il Napoli attacca mentre la Roma cerca a più riprese il contropiede. Al 25′ gli azzurri calciano tre volte a botta sicura, ma la difesa della Roma riesce sempre a respingere. Il pallone non passa e Szczesny viene impegnato pericolosamente solo al 35′ da Ghoulam. La Roma cresce con il passare dei minuti e trova il gol con Dzeko al 43′, sfruttando un errore maiuscolo di Koulibaly in fase difensiva.

Nel secondo tempo il Napoli entra in campo senza dare l’impressione di riuscire a ribaltare il risultato. Al 54′ i giallorossi raddoppiano: punizione di Florenzi e colpo di testa vincente di Dzeko, che approfitta delle incertezze di Hysaj e Reina. Al 56′ Sarri tira fuori Gabbiadini e fa entrare Mertens. Il belga si impegna e dà vivacità alle giocate offensive del Napoli. Al 13′ angolo di Ghoulam che innesca il colpo di testa vincente di Koulibaly. Sul 2-1 ci si aspetterebbe il possibile pari del Napoli perché la Roma non ne ha più. Gli azzurri tuttavia sono estremamente macchinosi e sbagliano le cose più semplici. Chiari segnali di una stanchezza fisica a cui Sarri dovrà tentare di rimediare in qualche modo (più turnover e qualche variante tattica?). Il gol di Salah all’85’ mette al sicuro la vittoria dei giallorossi. Al 90′ Jorginho, con Szczesny fuori dai pali, spreca clamorosamente. Per il Napoli è notte fonda.

Lascia un commento