De Magistris: “Stiamo lavorando affinché la città non sia più discriminata”

Il sindaco su Facebook: “Il progetto di Napoli Autonoma è serio e credibile. Ci consentirà di avere risorse e mezzi necessari per affrontare nodi strategici come periferie, giustizia sociale, edilizia, infrastrutture, mobilità, decoro”

luigi-demagistrisNapoli, 16 ottobre – “Stiamo lavorando senza sosta per impedire che i prossimi anni la città di Napoli possa essere ulteriormente discriminata e strangolata economicamente, finanziariamente ed istituzionalmente. Il progetto Napoli città autonoma è serio e credibile. Stiamo per definire operazioni di portata storica per la nostra città”. Lo ha scritto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris su Facebook, parlando del progetto Napoli Autonoma.

“La nostra azione – ha continuato – produrrà effetti positivi senza precedenti per i prossimi anni, ci consentirà di avere quelle risorse e quei mezzi necessari per affrontare definitivamente i nodi strategici della città: periferie, giustizia sociale, edilizia, infrastrutture, mobilità, decoro. Ed altro ancora. Nei prossimi giorni entrerò nel dettaglio. Con questa azione non avremo più l’affanno endemico di dover mettere sempre toppe alle emergenze di turno. Oggi l’impianto sportivo di turno, domani le strade, dopodomani l’edilizia. Così senza fine. Avremo ricadute senza precedenti sugli investimenti e sul lavoro. Niente più tagli e restituzione del maltolto. Ci riprenderemo quello che ci hanno scippato”.

“La geografia – ha spiegato de Magistris – ci pone al centro del Mediterraneo. La storia ci ha reso capitale. Il presente ci pone con orgoglio nuovamente ai vertici – e non solo per turismo e cultura – dell’attenzione nazionale ed internazionale. A Bari, all’assemblea nazionale dei comuni italiani, la nostra città e i napoletani sono stati visti come forza e novità senza precedenti. Senza nascondere le sofferenze quotidiane, siatene orgogliosi napoletani: è merito vostro! Napoli sta divenendo la capitale del riscatto costruito sulle persone e non sui denari e i poteri. Il nuovo umanesimo ed un futuro migliore si costruiscono dal basso, dal profondo, da chi ha radici inestirpabili. Insieme ed uniti nelle diversità – ha concluso – , Napoli andrà lontano e nessuno potrà fermarla”.

Lascia un commento