“Rumors”, i virtuosi di San Martino: viaggio giocoso e irriverente nel mondo della canzone degli anni Sessanta e Settanta

I Virtuosi di San Martino (Premio Ciampi 2014, Premio Nazionale Critici di Teatro 2001) sono un quintetto (flauto traverso, violino, violoncello, chitarra e voce) che lavora sulla rivisitazione di materiale di repertorio, attingendo alla tradizione della canzone popolare in una formula che occhieggia alla musica “colta” e al teatro, tra avanspettacolo e opera

rumors-nestCon “Rumors (Settanta juke-box)” i Virtuosi di San Martino presentano un viaggio giocoso e irriverente nel mondo della canzone degli anni Sessanta e Settanta. Decenni di grande spinta rivoluzionaria, di grandi promesse di cambiamento, di grandi profezie utopiche, accompagnati da una variegata e quasi ossessiva colonna sonora fatta di canzoni, di rock, di disco, di “impegno”. E proprio intorno ai più celebri brani di quegli anni i Virtuosi elaborano un trattamento chirurgico in stile dottor Frankenstein, innestando brandelli musicali e testuali su partiture di altri: Rino Gaetano che incontra Erik Satie, John Lennon che sposa gli Squallor, Bob Dylan convocato allo Zecchino d’Oro, per non dire dei Pink Floyd in salsa 007 e dell’inno al femminismo militante degli Abba. A presentare questo concerto-spettacolo è il manager dei Virtuosi – un nuovo personaggio, una nuova invenzione – in una rocambolesca serie di racconti e curiosità legati a quei mitici anni, ai gruppi, alle storie. Una rilettura paradossale proposta da flauto traverso, ottavino, violino, viola, violoncello, chitarra classica, con voci e sensazioni rivolte alla parodia di alcune icone della musica contemporanea., da Patty Pravo ai Beatles.

NAPOLI, NEST Napoli Est Teatro
via B. Martirano 17 San Giovanni a Teduccio
23 ottobre 2016 h. 21,00

Lascia un commento

8 − 5 =