Omaggio a Federico García Lorca, all’Instituto Cervantes di Napoli

In occasione degli 80 anni della morte di Federico García Lorca, l’Instituto Cervantes di Napoli organizza una giornata dedicata al poeta e drammaturgo andaluso, tra le più autorevoli e originali voci del Novecento spagnolo, morto davanti ad un plotone d’esecuzione durante la guerra civile in Spagna

luis-antonio-de-villenaTre appuntamenti in programma nella giornata di giovedì 20 ottobre – tra l’auditrium dell’istituto di via Nazario Sauro e l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale – che vedranno protagonisti scrittori, musicisti e poeti spagnoli come Luis Antonio de Villena, Chus Pato, Álex Susanna, Jabier Muguruza e Mikel Azpiroz. L’iniziativa e patrocinata dall’Ambasciata di Spagna in Italia.

Per l’inaugurazione dell’omaggio a Federico García Lorca, l’illustre poeta Luis Antonio de Villena terrà una conferenza intitolata “Un testimonio di Lorca”, alle ore 12.30 presso l’Università L’Orientale (via Duomo 219, aula 221). Nel corso dell’incontro, l’autore originario di Madrid – insignito del Premio Nazionale di Critica (1981), tradotto in numerose lingue tra cui tedesco, giapponese, italiano, francese, inglese, portoghese e ungherese – racconterà particolari inediti riguardanti la vita e l’opera di Lorca.  Grazie soprattutto alle testimonianze di intimi amici dell’autore di “Nozze di Sangue” e “La casa di Bernarda Alba”, come il poeta e premio Nobel, Vicente Aleixandre e il meno conosciuto Rafael Martínez Nadal, professore di spagnolo in Inghilterra. La chiacchierata sarà una riflessione sulla vita di Lorca, sui problemi più intimi e di come questi influenzarono la sua poesia.

Alle ore 17, all’ auditorium del Cervante si terrà la tavola rotonda “Entre poetas” a cura della poetessa galiziana Chus Pato e del poeta catalano Álex Susanna. A introdurre l’incontro sarà la scrittrice Luisa Castro, direttrice della sede napoletana dell’Instituto Cervantes.

Chus Pato è una delle figure più rilevanti della poesia galiziana contemporanea e protagonista di una nuova corrente che ha destrutturato la tradizione. I suoi versi sono caratterizzati da una trasgressione postmoderna dei generi letterari. Álex Susanna, invece, è uno scrittore, poeta, editore, traduttore e professore universitario. Ha diretto il Festival di Poesia di Barcellona (di cui è fondatore), il dipartimento di cultura dell’Instituto Ramón Llull e la Fundació Caixa de Cataluña. Tra i premi ricevuti, il Carles Riba della poesia e il Josep Pla della narrativa.

Infine, alle 18:30 sempre al auditorium dell’Instituto Cervantes, si terrà il concerto del cantautore e poeta basco Jabier Muguruza (voce e fisarmonica), accompagnato dal pianista Mikel Azpiroz.  Il duo presenta i brani di “Tonetti Anaiak” – il quattordicesimo e ultimo disco di Muguruza – caratterizzato da uno stile che fonde la canzone tradizionale al jazz. In scaletta sia brani originali che composizioni di Iñaki Irazu, Lourdes Oñederra, Harkaitz Cano e Gerardo Markuleta.

Tutte le iniziative in programma sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

15 − 5 =