Cryptica, vernissage della mostra al Museo del Sottosuolo di Napoli

Giovedì 27 ottobre alle ore 18.30 sarà inaugurata la mostra “Cryptica, scenari sotterranei del senso”

crypticaCon questa iniziativa si darà inizio alla stagione espositiva del ciclo Underground Space Action. L’evento è a cura di “Artlante, studi e iniziative per l’arte contemporanea”, per il progetto di “arte in azione nel sottosuolo” – ideato da Franco Cipriano, realizzato con la collaborazione di Raffaella Barbato, Ciro Ciliberti e Mario Paolucci e il coordinamento di Domenico Corrado. In ambienti densi di memoria della terra e delle opere dell’uomo, e di imprevedibile spazialità, i linguaggi eterocliti dell’arte ‘si espongono’ nell’interazione con i camminamenti, le cavità, gli anfratti, le materie che disegnano e stratificano l’area sotterranea di Napoli.

Cryptica presenta aspetti del multiforme scenario dell’arte contemporanea in Campania, con opere di artisti  delle diverse aree del territorio regionale  i quali si distinguono per singolarità di ricerca sui linguaggi spazio-visivi, nelle articolate espressioni delle loro forme e tecniche. Gli spazi della memoria del sottosuolo divengono percorsi del presente, luoghi di incontri, dialoghi e nuovi accadimenti dei linguaggi dell’arte, con istallazioni, sculture, video di Giovanni Alfano, Michele Auletta, Vincenzo Aulitto, Luigi Auriemma, Domenico Carella, Ciro Ciliberti, Ugo Cordasco, Diana d’Ambrosio, Sergio Gioielli, Laloba (A. Crescenzi-R.Petti), Livio Marino Atellano, Maya Pacifico, Felix Policastro, Anna Pozzuoli, Rinedda, Mena Rusciano, Antonio Serrapica, Salvatore Vita.

Nei percorsi di Cryptica le opere degli artisti saranno segni immersi nel ‘sottosuolo’ del tempo e della storia, espressioni di altri riflessi nel senso delle cose, in realizzazioni espositive che sono itinerari di visioni, materie, segni, nelle forme molteplici e diramate dell’immaginario dell’arte contemporanea.

Lascia un commento