Almaviva, tavolo al Mise: non c’è accordo, la UilCom respinge le proposte

“Il Governo chieda ad Almaviva innanzitutto di rispettare gli accordi”

almaviva-uilcom“Nulla di fatto per Almaviva dopo l’incontro odierno al Mise. L’azienda non ritira i licenziamenti” – dichiara Massimo Taglialatela Segretario Generale della Uilcom Campania. “Abbiamo rigettato le proposte aziendali, alcune delle quali inaccettabili. Come si può pensare di negoziare alcuni istituti contrattuali impoverendo ulteriormente il salario delle lavoratrici e dei lavoratori” aggiunge il leader sindacale, che continua – “In questi anni Almaviva non ha avviato nessuna azione seria di sviluppo, ha utilizzato tutti gli strumenti messi a disposizione delle istituzioni per tenere basso il costo del lavoro ed oggi, finiti questi ultimi, anziché investire di tasca propria come fanno altri imprenditori, presenta il conto e annuncia licenziamenti”.

“E’ ora di finirla! Il Governo chieda ad Almaviva innanzitutto di rispettare gli accordi quando questi vengono sottoscritti nelle sedi istituzionali e di dimostrare senso di responsabilità sociale, oltre che serietà imprenditoriale” conclude il Segretario Massimo Taglialatela.

Lascia un commento

12 + tredici =