Docufilm “Magma”: il viaggio di un percussionista mediterraneo alle pendici del Vesuvio

Ad Eccellenze Campane, il 7 novembre, alle ore 18, serata di musica, cultura e tradizione dedicata a Carlo D’Angiò

eccellenze-campaniaNapoli, 6 novembre – Lunedì 7 novembre, alle ore 18, nell’Aula Magna di Eccellenze Campane, il polo Agroalimentare di Via Brin 69, si terrà la proiezione del docufilm “Magma – Una terra antica sempre nuova” di Carlo Luglio, in una serata che unisce musica, cultura e tradizione. “Magma” è il viaggio di un percussionista mediterraneo alle pendici del Vesuvio, attraverso il quale è possibile scoprire un mondo magico e struggente di attempati contadini carichi di vitalità e che si traduce in racconti di saggezza popolare. Devoti al culto della Madonna del Monte Somma, cantano, ballano e suonano musiche tradizionali, sprigionando la frenesia e il magma delle viscere di terre antiche sempre in fermento.

Il docufilm, in particolare, si sofferma sull’eccellenza della musica popolare contadina dell’area vesuviana interna e sul vino “catalanesca”, una produzione tipica dei luoghi in cui le scene sono ambientate. Il tutto in linea con la mission di Eccellenze Campane che punta a promuovere le tipicità agroalimentari e gastronomiche della Regione, senza tralasciarne gli aspetti antropologici – culturali.

La proiezione del docufilm sarà introdotta dai saluti del Presidente di Eccellenze Campane Paolo Scudieri, dal produttore Emanuele Coppola e dal regista Carlo Luglio. La serata, coordinata dalla promotrice culturale Rosa Carillo Ambrosio, sarà dedicata a Carlo D’Angiò, scomparso lo scorso 5 settembre, musicista, cantautore e coofondatore della Compagnia di Canto Popolare e di Musicanova che con la sua musica ha sempre sperimentato una ricerca sulle radici e l’identità delle canzoni popolari e folk.

Un suo ricordo verrà affidato al cantautore e amico Eugenio Bennato. Tra gli ospiti ci saranno il percussautore e attore del film Tony Cercola, la moglie di Carlo D’Angiò Liliana D’Angiò, la co-direttrice artistica del Ravello Festival e esperta di danza Laura Valente.

Dopo la proiezione, seguirà una breve esibizione di due protagonisti del film: Don Vincenzo Tarantella e Giuseppe Azzurro.

L’evento è gratuito e l’ingresso è libero.

Lascia un commento

uno + venti =