Comune di Napoli, a Flavia Sorrentino (lista civica Mo) la delega al progetto “Napoli Città Autonoma”

L’incarico, affidato alla Sorrentino a titolo gratuito, è stato conferito dal sindaco de Magistris

napoli-citta-autonomaIl sindaco Luigi de Magistris ha affidato a Flavia Sorrentino (in foto), portavoce della lista civica Mo Unione Mediterranea, il compito di scrivere il manifesto politico, amministrativo e giuridico per realizzare il progetto “Napoli Città Autonoma”. La collaborazione sarà a titolo gratuito.

“Vogliamo realizzare un processo costituente che dia autonomia fiscale, tributaria, amministrativa e politica alla città di Napoli”, ha spiegato il sindaco de Magistris alla webtv del Comune di Napoli. Il processo, che è in antitesi con la riforma costituzionale voluta dal governo Renzi, dovrebbe coinvolgere nei prossimi mesi giuristi, storici ed economisti, con l’obiettivo di scrivere un manifesto costituzionale che stabilisca i diritti degli abitanti di Napoli.

“Questa è una sfida ambiziosa per i prossimi 5 anni – ha commentato la Sorrentino –. Partiamo dalla realizzazione di un manifesto che dia pieni poteri e piena autodeterminazione a Napoli città finalmente autonoma. Una Napoli che attraverso l’autonomia può riscattarsi dal punto di vista economico, sociale, culturale e politico. Una Napoli che torna a credere nelle sue potenzialità e diventa protagonista del proprio destino, per rappresentare da capitale l’intero Sud Italia e l’intero Mediterraneo. Penso che il Sud abbia bisogno di una voce di riscatto e Napoli farà da megafono per i diritti che i cittadini di questa parte di Paese si sono visti negare da politiche centraliste”.

Nell’ambito del percorso che dovrebbe portare alla scrittura del manifesto sarà avviato un percorso di revisione della toponomastica cittadina. “Crediamo nella sovranità popolare e nell’autogoverno – ha affermato il primo cittadino –. Non lo facciamo contro qualcuno ma per un progetto di Italia che è sì unita e indivisibile, ma che valorizza anche le autonomie e le differenze. Prima città dall’approvazione della Costituzione repubblicana – ha concluso – che ha l’obiettivo di ottenere un’autonomia piena, con la forza dei suoi abitanti, delle sue tradizioni, delle sue radici e della sua capacità di innovazione”.

Lascia un commento

diciassette − nove =