Coisp: ancora un ferito tra gli agenti di Polizia operativi a Napoli e provincia

L’agente in servizio in borghese, è stato colpito al volto da una arma di piccolo calibro. Cautugno: “un poliziotto, quando esce dal commissariato spesso non sa come rientra”

poliziaNapoli – E’ stato colpito in via Colonne, tratto di strada che segna il confine tra Giugliano, Sant’Antimo e Melito Luca Pietrolungo, in servizio presso il commissariato di Giugliano. L’agente è stato ferito al volto da un malvivente intento a compiere una rapina. “L’agente della Polizia di Stato, in servizio in borghese, è stato colpito al volto da una arma di piccolo calibro. Ad ora sembra non sia grave” dichiara Giulio Catuogno segretario generale Coisp Napoli. “Il collega in servizio è stato prontamente soccorso e trasportato al vicino ospedale San Giuliano. Non sappiamo ancora le sue precise condizioni di salute”.

“A Napoli e non solo non è la prima volta che accadono simili fatti: un poliziotto, quando esce dal commissariato spesso non sa come rientra, questo è il nostro lavoro e nessuno di noi, donne e uomini della Polizia di Stato si fa intimorire dai malviventi”. “Per il personale in divisa non ci sono pattuglie di routine o di controllo senza pericolo. Il rischio è sempre molto alto specialmente nella sera o nei luoghi ad alto tasso criminale. Il lavoro in particolare quello notturno e serale dei poliziotti è una attività sempre al limite, come abbiamo già fatto in precedenza chiediamo una maggiore tutela per i nostri colleghi, non possiamo continuare a registrare fatti del genere, l’ultimo ferimento a Napoli nemmeno un mese fa.” “Lavorare sul nostro territorio è rischioso, il nostro lavoro si caratterizza sempre più sia per la pericolosità ma anche per l’imprevedibilità specie nel pronto intervento” – conclude Catuogno.

Lascia un commento