De Magistris: “Dopo il 4 dicembre chiederò incontro al Governo, indipendentemente dal risultato del referendum”

Il sindaco: “Con il ‘Patto per Napoli’ abbiamo dimostrato che quando ci si siede allo stesso tavolo senza forzature, senza torsioni autoritarie e senza scorciatoie si può fare bene e presto”

luigi-de-magistrisNapoli, 14 novembre – “Subito dopo il 4 dicembre, indipendentemente dall’esito del referendum è mia intenzione farmi promotore di un incontro con i vertici del Governo”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, al rientro dalla visita al cantiere del Tav in Val Susa (vai all’articolo).

“Credo – ha aggiunto – si debba continuare con il metodo che ha portato alla firma del ‘Patto per Napoli’. L’interlocuzione deve essere ai massimi livelli tra Governo e Comune e, dove necessario, con la Regione Campania”.

De Magistris ha anche affrontato l’argomento riguardante la bonifica di Bagnoli. “Siamo soddisfatti che si inizi finalmente a entrare nel merito della bonifica perché non è altro che l’esecuzione dell’ordinanza ‘chi inquina paga’, ma vigileremo che sia davvero una bonifica e non una messa in sicurezza”.

Per il primo cittadino “si devono superare le logiche commissariali e l’interlocuzione deve essere tra i livelli ordinari”. “Con il ‘Patto per Napoli’ – ha sottolineato de Magistris – abbiamo dimostrato che quando ci si siede allo stesso tavolo senza forzature, senza torsioni autoritarie e senza scorciatoie si può fare bene e presto. Si può – ha concluso – lavorare in modo risolutivo nel rispetto reciproco, ognuno per le proprie competenze”.

Lascia un commento