Comune di Portici: rischio dissesto, preoccupazione per il futuro dei lavoratori e dei cittadini

Sindacati chiedono intervento al Commissario Straordinario per evitare il dissesto

reggia-di-porticiPortici, 18 novembre – Si è svolta oggi al Comune di Portici la conferenza stampa, indetta dalle OO.SS. Cgil, Cisl, Uil e Csa della funzione pubblica per la delicata situazione economica-finanziaria che sta interessando l’Ente. “Esprimiamo le preoccupazioni dei lavoratori del Comune di Portici, perchè a 20 giorni dalla scadenza della presentazione del piano di riequilibrio dell’Ente agli organismi preposti nulla si sa del documento di riequilibrio”. Questo è quanto hanno riferito durante la conferenza i rappresentanti sindacali Nacar, Uccello, Pandiscia, Sangiovanni, Leonardi, Prudente, della sigle Cgil, Ceisl, Uil e Csa della funzione pubblica.

“Attraverso un documento assembleare del 15 novembre scorso, ancora una volta abbiamo chiesto al Commissario Straordinario di conoscere i termini del piano di riequilibrio e di intervenire nei confronti dei Dirigenti ancora inadempienti nonostante la gravità della situazione”. “Se non ci saranno risposte entro al massimo la prossima settimana, visto l’avvicinarsi della scadenza dell’8 dicembre, si procederà alle dovute azioni sindacali e a segnalare agli organismi competenti le inadempienze ed eventuali reati penali e contabili relativamente alle condizioni economiche finanziarie dell’Ente”.

“Queste sigle  ritengono che il riequilibrio e, quindi, il “salvataggio” dell’Ente sia possibile – conclude la compagine sindacale – e non deve essere escluso alcun tentativo, anche nell’interesse dei cittadini porticesi. Infatti un eventuale dissesto finanziario, non solo provocherebbe danni economici ai dipendenti e alle loro famiglie, ma soprattutto sarà causa di un forte aumento della tassazione e tagli ai servizi”.

Lascia un commento