Pillole di calcio. A 24 ore dalla terza.

RISCHI. “Da più parti leggo che l’Italia rischia il fallimento, ma dipende da come va contro l’Irlanda. Il paragone con quanto successo qualche anno fa non esiste, non ci voglio neanche pensare. Dobbiamo pensare a vincere noi, non a
cosa farà la Spagna. Del Bosque e Xavi ci hanno detto di fidarci di loro: dobbiamo crederci, altrimenti non andiamo neanche in campo. La Spagna non può non essere favorita” (Claudio Marchisio).

GAMBE. “La vera Italia è senza dubbio quella del primo tempo contro la Croazia, ma serve quella per tutti i novanta minuti.  Però se dai tanto con le gambe sin dal primo minuto di gioco, allora ppoi è normale calare un pò nella ripresa: ed è lì che serve equilibrio tra i reparti” (Claudio Marchisio).

REPARTI. “Non possono pressare solo i centrocampisti, dobbiamo essere un blocco unico altrimenti giri a vuoto: giovedì abbiamo corso più nel secondo che nel primo tempo, ma abbiamo giocato male” (Claudio Marchisio).

REPARTI-2. “Se riesci a stare nella metà campo degli avversari, serve meno strada per arrivare nella loro area. Con la squadra troppo lunga invece diventa molto dura fare ogni volta 70 metri per tornare di là” (Claudio Marchisio).

MARIO. “Sarà Prandelli chiaramente a scegliere se Mario Balotelli merita la terza chance oppure no. La cosa sicura è che  lui quando viene sostituito ci sta male. Ora ha molta voglia di rifarsi e ha tanta rabbia da tirar fuori. Però deve capire che le occasioni possono finire quindi contro l’Irlanda deve svegliarsi” (Claudio Marchisio).

Lascia un commento

6 − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.