Napoli, dipendenti Tim in piazza del Plebiscito. Flash Mob per la difesa del posto di lavoro

Flash Moob con manequin challenge, tutti insieme in una battaglia per i diritti, per il salario, per difendere il lavoro e l’azienda

uilcomNapoli, 26 novembre – Oggi alle ore 10 in Piazza del Plebiscito i dipendenti Tim daranno vita ad una singolare forma di protesta, un Flash Moob con manequin challenge (restare immobili come manichini, ndr), tutti insieme in una battaglia per i diritti, per il salario, per difendere il lavoro e l’azienda.

I lavoratori Tim vogliono rappresentare l’immobilismo del management Tim che ha individuato solo nei tagli lineari e nei diritti e nelle retribuzioni la via di uscita nel risparmiare 1 miliardo e 600 milioni di presunti sprechi. L’idea è nata da un un gruppo di lavoratori dove ha avuto anche il supporto logistico, organizzativo e partecipativo dei sindacati. La Uilcom, la Slc, la Fistel e la Ugl, si sono riunite insieme ad una rappresentanza di lavoratori per organizzare il miglior percorso per contrastare le scelte inadeguate dell’azienda.

“Solo tutti uniti possiamo contrastare queste scelte scellerate di politica manageriale che potranno determinare ingiustizie sociali” – dichiara il Segretario della UilCom Campania Massimo Taglialatela. “E’ inammissibile che un’azienda tra le più grandi e importanti d’Italia – continua Taglialatela – non formuli un piano industriale chiaro e produttivo per creare sviluppo e soprattutto occupazione e continui ad agire in modo unilaterale ferme nelle proprie posizioni”. “Il problema principale è nella decisione dei vertici di sforbiciare i costi, agendo solo sulla forza lavoro”.

Lascia un commento