Riapre il Teatro Trianon, alla soddisfazione dell’amministrazione si aggiunge quella dei sindacati che affermano: vigileremo, esistono debiti pregressi

L’auspicio della Uilcom è che “si possa dare un’occasione di riscatto culturale ed un rilancio sia al quartiere di Forcella sia al resto della città”

trianonNapoli, 26 novembre – “Esprimo piena soddisfazione per la notizia della riapertura del Trianon in seguito al parere favorevole della Commissione Comunale dei locali di pubblico spettacolo – così ha commentato nella giornata di ieri l’assessore alla Cultura Nino Daniele la riapertura dello stabile partenopeo – Il Comune di Napoli, lavorando in sinergia con la Regione e la Città Metropolitana, ha contribuito a restituire al quartiere e alla città il suo teatro”. Ed ha aggiunto: “La riapertura del Trianon si aggiunge al lavoro quotidiano che si compie ogni giorno da anni in un altro luogo recuperato e riaperto dall’amministrazione, lo Spazio Comunale Piazza Forcella, dove tante associazioni si impegnano a condurre laboratori di teatro con bambini giovani, donne e migranti quali gli ATT Atelier Teatrali Territoriali, i Percorsi d’Arte e la Scena delle Donne”.

Soddisfazione piena anche da parte dei sindacati. “La riapertura del Teatro Trianon rappresenta per noi – dichiara Massimo Taglialatela Segretario della UilCom Campania -, un’importante tappa culturale e sociale. In questi anni abbiamo combattuto sempre fianco a fianco dei lavoratori, i quali hanno sopportato enormi sacrifici”.

“Speriamo che questa riapertura sia solo l’inizio di un percorso concreto – ha continuato Taglialatela – in modo che si possa dare un’occasione di riscatto culturale ed un rilancio sia al quartiere di Forcella sia al resto della città. Comunque faremo sempre la nostra parte, vigileremo attentamente perché come ci risulta, persistono attualmente debiti pregressi che non sono stati ancora del tutto sanati”.

Lascia un commento

13 + dodici =