Referendum, Renzi alla Mostra d’Oltremare: “Se vince il ‘No’ tutti torneranno a difendere i privilegi”

Oltre mille i presenti in sala per ascoltare il premier alla manifestazione “L’Italia che dice sì”

matteo-renzi_Napoli, 1 dicembre – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha chiuso questa sera la manifestazione conclusiva della campagna referendaria per il Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre. Oltre mille i simpatizzanti ed elettori del Partito Democratico riuniti al Palacongressi della Mostra d’Oltremare. Fuori, ad attenderlo, un gruppo di cassintegrati della Fca, che hanno esposto uno striscione con su scritto: “Noi diciamo no. Torna a casa Renzi”. Al suo arrivo Renzi si è intrattenuto a parlare con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e con alcuni esponenti del Pd Campania.

“Mi hanno detto mai fare a Napoli un’iniziativa dopo cena e invece siete stati meravigliosi”, ha esordito Renzi all’inizio del suo discorso. “Il futuro dell’Italia e della Campania passa anche attraverso l’agroalimentare”, ha detto rivolgendosi alle delegazioni di Coldiretti presenti in sala. “Ci sono però bufale senza mozzarelle. Questo è il campo di Beppe Grillo: ha detto mi denuncia perché abbiamo fatto vedere la scheda elettorale del futuro Senato. Senza portare argomenti nel merito. Poi vanno in tribunale e si avvalgono della facoltà di non rispondere”.

“Basta con le battaglie ideologiche – ha proseguito –. Mi hanno chiamato non perché sono bravo ma perché non sapevano dove battere la testa. Napolitano mi ha chiamato: avrà detto proviamo pure questo. In questo quadro le riforme costituzionali sono state fondamentali per far partire il Governo e per far ripartire il Paese. Gli altri Paesi corrono e noi abbiamo bisogno di avere un sistema più semplice. La riforma costituzionale va in questa direzione”. “Se passerà il ‘No’ – ha concluso – vedrete che saranno tutti a difendere i privilegi”.

Lascia un commento

14 − sei =