Atrani, riparte la rassegna musicale “Stelle divine”

Il 4 dicembre gemellaggio musicale all’insegna del Mediterraneo e della Pace

atraniIl Mediterraneo chiama Atrani grazie alla musica e al sociale. Sullo sfondo il mare, il tema della Pace nel mediterraneo e la cultura della solidarietà. È il senso dell’iniziativa turistica-culturale “Una canzone per Atrani”, in programma domenica 4 dicembre nell’ambito di “Stelle Divine”, la rassegna promossa dal Comune di Atrani, dal Forum dei giovani e dall’Associazione Agenzia Arcipelago Onlus (intervento co-finanziato dal Poc Campania 2014-2020 -Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura. Programma regionale di eventi e iniziative promozionali).

L’idea “Una canzone per Atrani” nasce dall’idea del direttore Giuseppe Errico e del musicista napoletano Piero Gallo (noto per le importanti collaborazioni con artisti del calibro di Enzo Avitabile ed Enzo Gragnaniello) che ha deciso di regalare al più piccolo comune d’Italia, borgo tra i più belli dell’intero Stivale, una canzone.

Il “dono” sarà formalizzato, alla presenza tra gli altri del sindaco Luciano De Rosa Laderchi e del direttore artistico Giuseppe Errico, durante la manifestazione “Una canzone per Atrani. Mediterranea Experience tour” che vedrà impegnati – nello splendido scenario della chiesa di San Salvatore De’ Birecto con inizio alle ore 18 – il quartetto che con Gallo (mandolina) sarà composto anche da Raffaele Vitiello (chitarra), Luca Caliguri (basso) e Marco Caliguri (batteria).

La ripresa di “Stelle Divine” dopo i primi due appuntamenti di fine ottobre, è invece prevista per oggi venerdì 2 dicembre con “Entropia Fiabe”, incontro musicale con il Maestro Gianni Perilli (che ha collaborato, di recente, con Ennio Morricone) e la tradizione popolare previsto alle ore 18 nella Casa della Cultura di Atrani. Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Insomma, “Stelle Divine” entra nel vivo, puntando l’attenzione sulle imminenti festività natalizie, che vedranno tanti appuntamenti di spessore cultura e sociale caratterizzare la rassegna. Evento clou resta la tradizionale “Caduta della Stella”, che si ripete da 138 anni e che si svolge come da tradizione la sera della vigilia di Natale. “La rassegna Stelle divine – afferma il sindaco De Rosa Laderchi – porta all’attenzione il nostro Territorio e le sue tradizioni. Puntiamo alla creazione di una rassegna annuale che guarda al Mediterraneo, alla Pace e alla sua straordinaria cultura”. “Molti gli scienziati e gli artisti di rilievo – gli fa eco il direttore artistico Errico – che hanno risposto positivamente all’iniziativa. A dimostrazione del forte richiamo che hanno queste terre e le loro tradizioni”.

Lascia un commento

3 × uno =