Referendum costituzionale, circa 51 milioni gli elettori al voto

Si vota solo domani domenica 4 dicembre dalle 7 alle 23. Non c’è quorum, il voto sarà valido qualunque sia la percentuale di elettori che si recheranno alle urne

fac-simile-referendum-costituzionaleRoma, 3 dicembre – Domani domenica 4 dicembre si vota dalle ore 7 alle ore 23 per il referendum costituzionale voluto dal Governo Renzi. Lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti. Questo il fac simile della scheda che domani troveremo presso i seggi. Sono circa 47 milioni gli elettori chiamati alle urne, cui si aggiungono circa 4 milioni di votanti all’estero.

Secondo i dati del Viminale, il corpo elettorale è ripartito nei 7.998 Comuni e nelle 61.551 sezioni elettorali del territorio nazionale, ed è pari a 46.714.950 elettori, di cui 22.465.280 maschi e 24.249.670 femmine. A questi vanno aggiunti i 3.995.042 elettori aventi diritto al voto per corrispondenza all’estero, di cui 2.077.455 maschi e 1.917.587 femmine.

I dati parlano di circa un milione e 600mila connazionali che hanno partecipato al voto all’estero. Superata quindi l’affluenza del 30% auspicata dal premier Renzi.

Per esprimere il proprio voto, l’elettore dovrà apporre una X sul Sì per confermare la riforma voluta dal Governo Renzi oppure segnare, sempre con una X il NO, per respingere la proposta di riforma costituzionale.

Ricordiamo che il Referendum è confermativo e non è richiesto quorum, quindi il voto sarà valido qualunque sia la percentuale di elettori che si recheranno alle urne.

Subito dopo le 23,00, quando si chiuderanno le urne, si darà il via allo scrutinio delle schede e verranno resi noti i primi exit poll, i sondaggi che registrano le indicazioni di voto degli elettori che si recheranno alle urne.

I dati reali verranno resi noti, quelli parziali alle ore 12.00 ed alle 19.00 ed infine alla chiusura dei seggi alle 23.00.

Lascia un commento

1 × cinque =