“Con i Giocattoli nun s’pazzea”, mostra didattica sulla contraffazione dei giochi

Presso il convento di San Domenico Maggiore dall’8 dicembre prossimo al 19 marzo 2017. Inaugurazione mercoledì 7 dicembre ore 17. In continuità con la mostra “Storie di giocattoli. Dal settecento a Barbie”

barbieNapoli, 3 dicembre – Un percorso espositivo che, partendo dai giochi contraffatti sequestrati dalle Forze dell’Ordine, punti a sensibilizzare il pubblico ai valori della legalità e della sicurezza dei consumatori, a cominciare dalla salute dei più piccoli. È questa la sfida raccolta della mostra didattica “Con i Giocattoli nun s’pazzea”, promossa dall’Associazione “Museo del Vero e del Falso” in collaborazione con la Procura della Repubblica di Napoli.

In continuità con la mostra “Storie di giocattoli. Dal settecento a Barbie” promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, l’allestimento didattico sarà inaugurato mercoledì 7 dicembre alle ore 17 e aperto al pubblico dall’8 dicembre 2016 al 19 marzo 2017.

In un suggestivo rapporto di luci e ombre irradiate da giochi solo in apparenza seducenti ma in realtà ingannevoli e dannosi, l’allestimento è arricchito anche da video educativi e giochi interattivi basati su sistemi di intelligenza artificiale attraverso cui piccoli e grandi possono sfidarsi a riconoscere giochi veri e contraffatti.

Nata nel 2015 dalla volontà di alcuni imprenditori del sistema di Confindustria Campania animati dalla convinzione che il rispetto delle regole e dei consumatori siano inscindibili precondizioni allo svolgimento dell’attività d’impresa, l’associazione “Museo del Vero e del Falso”, presieduta da Luigi Giamundo, punta a favorire la cultura della legalità, a preservare le produzioni manifatturiere italiane e a promuovere, organizzare e attuare qualsiasi iniziativa tesa a sensibilizzare e prevenire i fenomeni illegali e a valorizzare l’etica d’impresa.

Lascia un commento

otto + 7 =