Il piccolo Ruben, figlio di Marta e Daniela, iscritto all’Anagrafe del Comune di Napoli

Assessore Gaeta: “l’Amministrazione Comunale si è battuta per il diritto fondamentale di ogni persona: quello della famiglia”

rubenNapoli, 7 dicembre – Il Tribunale di Napoli ha dichiarato legittima la decisione del Comune di iscrivere all’anagrafe il certificato di nascita di Ruben, il bambino nato in Spagna il 3 agosto 2015 dal matrimonio di Marta Loi e Daniela Conte. Un anno fa, la Prefettura aveva annullato la decisione del Sindaco di riconoscere l’atto di nascita del bambino, sostenendo che in Italia fossero validi solo i matrimoni fra persone di sesso differente.

“Con il Sindaco de Magistris – dichiara l’Assessore al Welfare Roberta Gaeta – l’Amministrazione Comunale si è battuta per il diritto fondamentale di ogni persona: quello della famiglia. E’ stato emozionante ascoltare la telefonata di Marta e Daniela, che si sentono sollevate, tutelate, orgogliose di essere napoletane. La Città di Napoli si è resa leader di un’appassionata battaglia in nome del riconoscimento di Ruben, dando legittimità e dignità a tutte le famiglie che esistono nel nostro Paese: il vento del cambiamento soffia da Napoli. Dopo questo importante risultato, ci siamo già messi al lavoro per incrementare azioni concrete accanto al Gruppo Campano di Famiglie Arcobaleno che da 11 anni si batte per il riconoscimento di questi diritti fondamentali. Insieme, abbiamo un obiettivo chiaro: per ogni bambino, una famiglia accogliente; per ogni coppia che si ama, la possibilità di essere genitori.”

Lascia un commento