Fiorentina-Napoli 3-3. Il Napoli acciuffa il pareggio nel recupero grazie al gol su rigore di Gabbiadini

Tanti errori della difesa azzurra. Nel Napoli a segno Insigne, Mertens e Gabbiadini. Doppietta di Bernardeschi e gol di Zarate per i viola

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Salcedo, Tomovic, Astori, Olivera; Badelj (28’st Sanchez), Vecino; Chiesa (42’st Diks), Cristoforo (29’st Zarate), Bernardeschi; Kalinic. All. Sousa

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches (43’pt Maksimovic), Ghoulam; Zielinski (25’st Allan), Diawara (41’st Gabbiadini), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri

MARCATORI: Insigne (N) 25’, Bernardeschi (F) 51’, Mertens (N) 68’, Bernardeschi (F) 69’, Zarate (F) 83’, Gabbiadini (N) 94’ rig.

ARBITRO: Tagliavento di Terni

Firenze, 22 dicembre – Al Franchi la gara tra Fiorentina e Napoli termina 3-3. Partita densa di emozioni, con le due squadre che non si sono mai risparmiate e oltre ai gol hanno prodotto tante azioni in attacco. I viola, reduci da due sconfitte, tornano a fare punti. Gli azzurri invece, che erano reduci da una serie di vittorie, l’ultima in casa con il Toro per 5-3, sono costretti ad accontentarsi di un pareggio. La classifica vede il Napoli terzo in classifica, un punto sopra la Lazio che ieri ha perso con l’Inter. Il Milan, invece, è 2 punti sotto gli azzurri ma dovrà recuperare una gara (con il Bologna) a causa dell’impegno di domani sera in Supercoppa Italiana con la Juve (che dovrà recuperare la gara non disputata con il Crotone).

Contrariamente alle attese, Sarri non concede il turnover a nessuno dei suoi: in campo la stessa formazione che ha battuto pochi giorni fa il Torino. Sousa è invece costretto a rinunciare a Ilicic per influenza. Il Napoli va vicino al gol al 7′ minuto di gioco, con Tatarusanu che respinge di pugno. I viola tentano di rispondere con Vecino, che spreca una buona occasione calciando a lato da ottima posizione. Al 20′ altra occasione per il Napoli, con Mertens che serve per Callejon: di poco fuori la conclusione dello spagnolo.

Dopo due occasioni sprecate il gol è nell’aria: Insigne si presenta dalla sua mattonella e fa partire un tiro che trafigge Tatarusanu nel sette. Gli azzurri hanno l’occasione per raddoppiare ma il gol non arriva e si ritrovano a rischiare di subire il pareggio. Kalinic, infatti, si rende pericoloso in diverse occasioni.

Il Napoli che entra sul terreno di gioco nel secondo tempo sembra un’altra squadra: ha perso smalto. La Fiorentina trova il pareggio al 51′ su calcio di punizione: Bernardeschi tira e Callejon devia, spiazzando Reina. Gli azzurri provano a tornare in vantaggio con un tiro sotto porta di Mertens, ma Maxi Olivera respinge nei pressi della linea di porta. Al 67′, poi, Mertens ci riprova e trova il gol. Neanche il tempo di festeggiare, che i viola rispondono nuovamente con Bernardeschi, che si inventa un gran gol da fuori area. Sousa tenta il colpaccio, facendo entrare Sanchez e Zarate per Badelj e Cristoforo.

La Fiorentina, a dieci minuti dal termine regolamente segna ancora, e il gol è proprio del neo entrato Zarate. Sarri tenta il tutto per tutto per conquistare il pareggio e  all’85’ getta nella mischia Gabbiadini per Diawara. Al 93′ Salcedo stende in area Mertens, è calcio di rigore. Sul dischetto va Gabbiadini, che gela Tatarusanu. Il Napoli pareggia ma non c’è più tempo per altre emozioni. Tagliavento manda tutti a prendere un tè caldo.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

quindici − 12 =