Botti di Capodanno, 45 i feriti nel Napoletano. Incendio in appartamento al Rione Sanità, sgomberate 6 famiglie

Feriti anche due bambini per l’esplosione dei petardi. Il numero dei feriti è comunque in calo rispetto al 2015 quando si registrarono 51 vittime dei botti

Napoli, 1 gennaio – E’ di 45 feriti il bilancio della notte di San Silvestro nel Napoletano. Il più grave è un bambino di 9 anni, ricoverato all’ ospedale pediatrico “Santobono” con ferite alle mani ed ustioni. Un altro bambino è rimasto ferito a Pratola Serra (Avellino) e trasportato a Napoli. Per entrambi la prognosi è di 30 giorni.

31 i feriti a Napoli città, tra i quali cinque minori, 15 in provincia, con due minori. Due dei feriti sono stati colpiti da proiettili vaganti. Il dato dei feriti per i botti nella notte di San Silvestro continua a calare. L’anno scorso furono 51 i feriti nel Napoletano.

Nella notte, poco prima dell’una, un incendio si è sviluppato in un appartamento del rione Sanità, a Napoli, provocato dall’ esplosione di alcuni petardi. Le fiamme sono divampate in una palazzina a due piani al civico 25 di via Discesa alla Sanità. L’ppartamento, vuoto, era utilizzato come deposito. La fiamme hanno provocato spessa cortina di fumo nero. I Vigili del fuoco hanno lavorato alcune ore per spegnere l’incendio ed effettuare le verifiche alla statica dell’ edificio.
Al termine dei controlli sei famiglie sono state sgomberate.

Lascia un commento

16 + 9 =