Napoli-Sampdoria 2-1. Tonelli salva la faccia a un brutto Napoli

Il difensore, al suo esordio in campionato, mette la firma sul gol vittoria arrivato durante l’ultimo minuto di recupero del secondo tempo

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Chiriches, Strinic; Allan (dal 14′ s.t. Zielinski), Jorginho (dal 26′ s.t. Gabbiadini), Hamsik; Callejon, Mertens, L.Insigne. All. Sarri.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Pereira, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Praet (dal 31′ s.t. Linetty); Alvarez; Schick (dal 19′ s.t. Dodò), Quagliarella (dal 6′ s.t. Muriel). All. Giampaolo.

MARCATORI: al 30′ p.t. autogol di Hysaj; al 32′ s.t. Gabbiadini (N), al 50′ s.t. Tonelli (N)

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

Napoli, 7 gennaio – Al San Paolo il Napoli batte la Sampdoria per 2-1 grazie a un bel gol dell’esordiente Tonelli al 95′. Gli azzurri, al rientro dalle vacanze e forse per questo un po’ arrugginiti, vanno sotto al 30′ del primo tempo e non si svegliano neanche quando la Samp finisce in 10 uomini per l’espulsione di Silvestre. Il cambio di passo arriva con il gol di Gabbiadini al 77′. La banda Sarri finalmente inizia a giocare e poi trova la zampata vincente di Tonelli a pochi secondi dal triplice fischio dell’arbitro Di Bello.

Sarri è in piena emergenza difensiva vista l’assenza di Koulibaly e Ghoulam, entrambi impegnati in Coppa d’Africa e di Albiol che è squalificato. Per questo sceglie di schierare anche qualche titolare non al meglio, come Hysaj ancora alle prese con i postumi dell’influenza. Nessuna azione degna di nota durante i primi venti minuti di gioco. Il Napoli attacca ma la manovra è prevedibile, con gli azzurri che sono anche poco incisivi. La Sampdoria cerca di ritagliarsi qualche occasione e al 21′ va vicino al gol con Ricky Alvarez su punizione.

Al 31′ azione rocambolesca della Samp, con Schick che approfitta di un errore di Chiriches e si invola verso Reina: il cross del blucerchiato finisce addosso a Hysaj che la schiaccia in rete. Immobile Reina e incredulo il San Paolo. La reazione del Napoli è sterile. La banda Sarri manca di brillantezza, non è il Napoli che conosciamo.

A inizio secondo tempo occasione gol per il Napoli con Mertens, che ha una buona occasione a pochi passi dalla porta difesa da Puggioni, ma arriva scoordinato sul pallone e il tiro termina alto. A parte questi errori la manovra azzurra continua a essere troppo prevedibile e anche quando la Sampdoria rimane in 10 il Napoli non velocizza le sue giocate. Il cambio passo arriva al 77′ con il gol del neo entrato Gabbiadini, che fa 1-1. Gli azzurri hanno l’occasione di andare in vantaggio ancora con Gabbiadini e poi con Hamsik, ma Puggioni si supera su entrambe le conclusioni. La banda Sarri però non demorde e al 95′ trova il gol del 2-1 con l’esordiente Lorenzo Tonelli, che fa gioire il San Paolo e i tanti tifosi di casa che hanno sfidato un gran freddo per assistere a una gara per gran parte del tempo davvero soporifera.

Lascia un commento