“Io sono morto ieri”, al Teatro Rostocco di Acerra

Spettacolo liberamente tratto da un testo di Giuseppe Paruzzo. Un monologo sul tema della follia proposto da PrimaQuinta in un percorso di sperimentazione sulla nuova drammaturgia

AGGIORNAMENTO del 9 gennaio – La compagnia PrimaQuinta comunica che lo spettacolo “Io sono morto ieri” con Aldo Rapè previsto in scena il 14 e 15 gennaio al Teatro Rostocco di Acerra (provincia di Napoli) è spostato a data da destinarsi.

Comunicato Stampa – Il 14 e il 15 gennaio PrimaQuinta ritorna sul palco del Teatro Rostocco di Acerra (provincia di Napoli) con lo spettacolo Io sono morto ieri liberamente tratto da un testo di Giuseppe Paruzzo. Un monologo sul tema della follia, di cui Aldo Rapè, oltre ad esserne protagonista, ne cura l’idea scenica insieme a Nicola Vero.

“Rocco, Diego, sono “morti ieri”, – come spiega l’autore Giuseppe Paruzzo – la loro vita è finita quando il loro cervello ha fatto stack… quando sono diventati pazzi! Gli ultimi i dimenticati, quelli di cui eviti pure lo sguardo o che tieni lontano perché di loro hai paura, sono gli attori sul palcoscenico. La sceneggiatura è la loro vita scandita da morte, violenza, schiavitù e fede: uomini, donne, bambini, madri, padri che vivono, anzi, no che sono morti tutti ieri”.

Lo spettacolo, prodotto nel febbraio 2014, ha debuttato presso il Centro Culturale “Michele Abbate” di Caltanissetta, nell’ambito della rassegna Divieto di Accesso, promossa dal Comune di Caltanissetta. Dopo due anni, PrimaQuinta decide di mettere in scena nuovamente lo spettacolo continuando così nel suo percorso di sperimentazione sulla nuova drammaturgia, aggiungendo così un nuovo spettacolo alle altre produzioni che hanno portato la stessa alla selezione di importanti festival nazionali ed internazionali.

Teatro Rostocco – via Calzolaio n. 9, Acerra (Napoli)
14 – 15 gennaio 2017; sabato ore 20:30 e domenica ore 18
Per informazioni: 347 920 4605

Lascia un commento

sedici + 14 =